Le gambe della Boschi, e quelle della Carfagna? "Vuoto pneumatico" la difesa di Travaglio. Sallusti "Sinistra in tilt"

. Politica

Multithumb found errors on this page:

There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/boschi-vignetta.jpg'
There was a problem loading image 'images/articoli/personaggi/boschi-vignetta.jpg'

Da sempre la satira ha diviso. Sia l'opinione pubblica che la politica. E c'e'una satira di sinistra ed una di destra. E c'e' la penna che secondo alcuni a volte va troppo sopra le righe, come nel caso delle "cicciottelle" che sono costate il posto al direttore del Qn. Poi ci sono i giornali allineati, i più, e quelli lontano dal politicamente corretto. Pochi, si contano sulle punte delle dita di una mano. Poi ci sarebbe anche il doppiopesismo, diciamo così, politico. Quando durante il governo Berlusconi si ironizzava sulle gambe della Carfagna (per Sallusti, meglio di quelle della Boschi…) nessuno si stracciava le vesti. Così come quando si scriveva del "nano" Brunetta, del "ciccione Ferara" o addirittura della faccia impresentabile da delinquente di Previti. Lo scandalo e la morale, funzionano a corrente alterna? Il Fatto da sempre in prima fila, e' nato anche per questo, "pubblicare cio' che nessuno pubblicherebbe" non ci sta e respinge le accuse alla vignetta del ministro Boschi al mittente. "Mai ci rinchiuderemo in una stanza conformista, servile e bigotta", scrive Travaglio nel suo editoriale. Il riferimento ai maggiori quotidiani italiani e' puramente casuale…Quindi entra nel merito della Vignetta: "L'altra sera quando e' arrivata la vignetta di Mannelli, ci e' parsa perfetta per descrivere il vuoto pneumatico e l'analfabetismo costituzionale che albergano nella testolina della  Boschi…Poi, siccome la satira più riuscita e' quella che fa discutere, ben vengano i lettori che dibattono pro e contro". Anche l'autore  della vignetta, Riccardo Mannelli, dice la sua: "Questo e' sessismo? Non so se ridere o piangere. Il mio disegno può non piacere ma dice una cosa molto semplice, la Boschi va in giro da mesi, ogni sera su un palco diverso, a comunicare il vuoto pneumatico. A riempire chi l'ascolta di parole senza significato. La vignetta sostiene questo: di quei discorsi non resta nulla, al massimo le cosce". Dall'altra parte della barricata anche Sallusti sul Giornale difende il Fatto di Travaglio. "Il renzismo ormai sta diventando oltre che una dittatura una religione di Stato tipo sharia. Vietato dissentire, vietato ridere, vietato scherzare, vietato prendere in giro ministre". Ancora: "Non stiamo parlando di dettagli o di pettegolezzi da spiaggia, stiamo parlando di libertà, anche di quella sacrosanta di essere maleducati". 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi