"Cambiamo l'Italicum. La mia e' un'apertura vera, sono sincero", Renzi accoglie invito Napolitano

. Politica

"L'Italicum non piace? E che problema c'e', discutiamolo, approfondiamolo, ma facciamo una legge migliore di questa. Non accetteremmo mai una legge elettorale peggiore di questa. La mia apertura e' vera, sincera", Queste le parole di Matteo Renzi a TeleNorba. Parole che suonano come evidente apertura nei confronti dell'ex capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che in un'intervista a Repubblica, aveva detto: "Dovrebbe essere interesse di Renzi promuovere una ricognizione tra le forze parlamentari per capire quale possa essere il terreno di incontro per apportare modifiche alla legge elettorale". Quella di Renzi e' anche un'apertura alla sua minoranza interna, che da tempo chiede come condizione per votare Si' al referendum, di modificare prima la legge elettorale. Il punto e' nella seconda parte della dichiarazione di Renzi quando spiega: "Non accetteremo mai una legge elettorale peggiore di questa". E trovare un accordo in Parlamento non sarà semplice, soprattutto se si vuole fare prima del referendum. Rimane l'apertura anche per rispetto nei confronti di Napolitano che teme che una guerra intestina possa spaccare definitivamente il Pd. Renzi non ha risparmiato l'ormai consueta stoccata a Massimo D'Alema: "Il Pd discute, poi vota si'. D'Alema vuole rifare la Bicamerale con Berlusconi, e' un film già visto, un film che personalmente non mi e' piaciuto".

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi