Roma, bufera infinita. Nuovi gravi guai per la Muraro con l'ombra di Mafia Capitale

. Politica

Non sembrano certo essersi risolti tutti i problemi della Raggi dopo la scelta dei due nuovi assessori, il fedelissimo Andrea Mazzili al Bilancio e l'imprenditore Massimo Colomban, legato alla Casaleggio associati, con la quale ha a lungo collaborato, alle partecipate. Con più di un sospetto che sia stato mandato li' proprio da Davide Casaleggio in un ruolo chiave, per vigilare non solo sulle partecipate ma su tutta la macchina amministrativa. Una sorta di commissariamento del Campidoglio da pare del giovane ed intraprendente Davide? D'accordo oppure no con Grillo? (Si racconta che poco prima di morire Casleggio senior avesse rotto definitivamente con il vecchio amico e compagno d'avventura). Equilibri dei quali la Raggi dovra' in seguito tenere conto per non affondare, ma intanto incalza il caso Muraro, che si ingarbuglia sempre di più. Si aggrava la sua posizione giudiziaria, perché viene indagata per abuso d'ufficio assieme a Giovanni Fiscon, direttore generale di Ama, e sotto processo per Mafia Capitale, nell'inchiesta sulle consulenze alle partecipate. Intanto la giunta Raggi  ha perso anche il ragioniere generale. Stefano Fermante che in un sms ha spiegato le ragioni delle sue dimissioni, tanto sinteticamente quanto chiaramente: "Impossibile ragionare con questi". Fu il direttore generale di Ama, Fiscon a siglare i contratti di consulenza della Muraro. E la scelse anche come consulente giudiziario nei suoi processi. Per questo ora e' indagato con lei per abuso d'ufficio, sospettato di avere aggirato le norme pur di favorirla. Ci sono trenta nuove telefonate, trascritte dai carabinieri del Ros, ed allegate agli atti di un nuovo fascicolo. Molte di queste conversazioni inguaierebbero ulteriormente la Muraro. Ma lei non sembra curarsene troppo: "Vado avanti, non sono io il problema". Il punto pero' e' uno solo, fino a quando la faranno andare avanti?

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi