Ma Obama voleva la vittoria di Hillary o puntava alla sua Michelle per il 2020?

. Politica

Le donne d'America. Cosi' diverse tra loro. La grande sconfitta Hillary Clinton, donna glaciale, che ha molto sopportato da quel marito Bill, che pur essendo stato per ben due mandati presidente del più grande stato del mondo, le andava appresso come un cagnolino, quasi spaurito. Immagine che non le ha certamente giovato, insieme ai milioni di dollari guadagnati facendo politica. Con fondazione ed altre variabili. Poi c'e la mastodontica Michelle, contrapposta all'esile Melania, attuale moglie di Trump, tipo molto stereotipo. Bella, ma con con quale fascino bisognerà vedere. Michelle invece il suo fascino ce l'ha, ed anche politico. Possibile che l'astuto ed abilissimo Obama non abbia intravisto che lei, sua moglie (qualche attrito, ma poi la politica almeno in America ripara tutto, come si e' visto..) era sicuramente meglio e più rassicurante di Hillary. Diciamola, al quanto stagionata e provata da alterne vicende. Una donna che insomma potrebbe essere forse ancora valida, ma non si sa con quale energia per essere il primo presidente donna degli Stati Uniti. E siccome Obama sa, da gran politico, che un primo presidente donna degli Stati Uniti ci sarà prima o poi, perché non puntare sulla sua consorte? Sarebbe un doppio successo, primo presidente donna e primo presidente donna nera. Solo che se avesse vinto Hillary, probabilmente, come spesso e' successo in America, ci sarebbe rimasta anche per i quattro successivi anni. Tanto, da fare appassire anche la figura della sua Michelle. Ora e' vero che la "regola" del quattro più quattro, potrebbe valere pure per Trump. Ma e' ovvio che Obama spera che il tycoon si dimostri una frana, tanto da potere  riportare la sua Michele nella Casa Ovale, riportare indietro i 35 camion che hanno scaricato tutte le sue cose (certo quanto accumulano i presidenti Usa..,)  per un altro "viaggio" di otto ani anni a guida dell'America. E all'ora ben venga Trump. Intanto su Twitter, attraverso l'astag "Michelle2020", c'e' già chi prepara le prossime elezioni presidenziali e appunto propone la candidatura di Michelle Obama. La ex first lady e' infatti diventata popolarissima e sono in molti a credere che sarà proprio lei il prossimo presidente degli Stati Uniti. 

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA

 




 

Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi