Sondaggi, scenari con l'ibrido del Rosatellum. Per i numeri più centrodestra che larghe intese. Berlusconi non mollerà Salvini-Meloni

. Politica

E' un susseguirsi di sondaggi su giornali e Tv varie. Si sa come spesso le previsioni abbiano toppato, ma comunque hanno una loro attendibilità. Certo il quadro questa volta e' molto complesso sia per i tre poli, sia perché questo Rosatellum, la nuova legge elettorale, con il suo ibrido proporzionale-maggioritario, potrebbe portare a molte sorprese. Su una cosa al momento tutti concordano, come coalizione il centrodestra e' più avanti a tutti e di molto.Si aggira tra il 35 ed il 40%. Nei collegi uninominali, ovvero nel maggioritario, e' largamente in testa. Ed al Senato appare quasi sicura una sua maggioranza autosufficiente. Alla Camera invece il discorso appare ancora aperto, perché allo schieramento del Cav mancherebbero una ventina di deputati. I numeri, sempre di fantasia, ovvero dei sondaggi, dicono che invece le larghe intese Berlusconi-Renzi non sarebbero realizzabili. Il tutto parte da un equivoco, voluto o meno, di molti commutatori. Soprattutto a sinistra, quella dem, vedendo difficile una vittoria ci si aggrappa a larghe intese, magari con Gentiloni ancora premier. La politica ha pero' le sue regole e poi c'e' il carattere degli uomini da tenere sempre presente. Prima cosa e' che se mai intesa ci sarà, questa volta - sempre e' bene ribadirlo se i sondaggi c'hanno preso - a dettare l'agenda. Dal Nazareno ad Arcore. Altro punto, molto sottovalutato, e' l'indole di Berlusconi. Almeno in politica e' un leale e si e' sempre comportato lealmente nei confronti dei suoi alleati. Invece e' stato più volte tradito e pugnalato alle spalle dai fedelissimi.  Poi il Cav e' leale nei confronti degli elettori ai quali ha proposto non solo se stesso ma una coalizione. Non avrebbe mai mai fatto un accordo di centrodestra per poi fuggire con la su Forza Italia (che tra l'altro sarebbe un partitino a confronto dei dem e del M5S) nelle braccia di Renzi. Se si dovesse parlare di larghe intese, queste per Berlusconi sarebbero tra tutto il centrodestra, Salvino compreso, e i dem. Cosa difficilmente accettabile da Renzi. Ma per Berlusconi e' così. Non tutti pero' lo scrivono.

©in20righe - RIPRODUZIONE RISERVATA




Potrebbero interessarti:

I commenti sono chiusi