Biden toglie dazi di Trump. L’agroalimentare made in Italy festeggia

0
Salumi e formaggi dazi
(foto da account FB CIBUS International Food Exhibition)

Via i dazi di Trump e il made in Italy agroalimentare torna a vedere rosa. Assieme alla pandemia i pesanti dazi decisi dall’ex presidente tycoon avevano fatto male a un comparto decisivo del nostro export. Ora Biden, d’accordo con Ursula von der Leyen, sembra aver trovato la strada per superare la controversia Airbus-Boeing e la connessa guerra dei dazi. Per le esportazioni del settore agroalimentare italiano verso gli Stati Uniti un bonus da 500 milioni di euro. Tanto pesavano le tasse imposte da Trump su formaggi, salumi, crostacei, molluschi, agrumi, succhi e liquori. L’export per gli Usa vale complessivamente un totale di 5 miliardi di euro l’anno.

Vivacità

“È una notizia importante per il mondo dei salumi, dei formaggi e dei vini italiani. L’amministrazione Biden non ha perso tempo e si vedono già i frutti del lavoro messo in campo dalla Commissione europea per la ripresa delle relazioni euro-atlantiche”, afferma Lisa Ferrarini, presidente dell’omonimo gruppo. “Dal nostro osservatorio stiamo vedendo una buona vivacità nelle richieste dei nostri clienti negli Stati Uniti. Oltre ai consumi delle famiglie, riparte il mondo della ristorazione, grazie a una campagna vaccinale entrata nel vivo. I nostri prodotti sono particolarmente apprezzati negli Usa. Auspichiamo di poter riprendere le quote di mercato che avevamo prima della pandemia”.

Gola

Anche il Consorzio Tutela Formaggio Asiago “plaude” alla decisione. “Siamo stati tra le specialità casearie più colpite dai dazi Usa – spiega il direttore del Consorzio, Flavio Innocenzi -. Ora puntiamo a costruire una strategia complessiva per ampliare l’export”. Per il presidente Coldiretti, Ettore Prandini, “occorre avviare un dialogo costruttivo con il presidente Biden. Gli Stati Uniti rappresentano il primo mercato di sbocco fuori dai confini comunitari e in crescita del 5%”, secondo una proiezione su dati Istat. Per favorire la ripresa delle relazioni dall’Italia si è pensato di prendere per la gola il nuovo inquilino della Casa Bianca. L’idea è di inviare una maxi forma di Grana Padano, di circa 40 chili e stagionata oltre 20 mesi, dipinta con il tricolore e la bandiera a stelle e strisce americana.

Exit mobile version