Newlife, la nuova app ‘made in Italy’ per cambiare il mondo social. Conoscersi e aiutarsi mettendoci la faccia

0
Newlife
(foto uff. stampa + fauxels da Pexels)

Newlife è la nuova app ‘made in Italy’, che vuole cambiare il mondo dei social media. Basta profili fake, leoni da tastiera e haters anonimi, che popolano un universo parallelo, solo virtuale, slegato dal mondo reale. L’idea, nata durante il lockdown, è quella di dare vita a una community in cui condividere consigli, conoscenze e impegno, ma anche dove chiedere aiuto a chi è più esperto. Newlife è uno spazio di persone vere, che si mettono a disposizione attraverso il sostegno reciproco e la collaborazione.

Tiberti

Ideatore Mauro Tiberti, 51 anni, Ad di ODStore, imprenditore visionario, che guida un gruppo da 1.200 dipendenti, con 80 ODStore in tutt’Italia, 20 ristoranti Kentucky Fried Chicken e un nuovo hotel cinque stelle, l’ODSweet a Milano. Tiberti è da tempo impegnato in iniziative filantropiche, come il sostegno al progetto NeMO, che aiuta i bambini affetti da gravi malattie neuromuscolari. Ora scende in campo con Newlife, che intende ribaltare i cliché tipici dei social network. Nessuna corsa a gonfiare i follower, la scelta invece di creare solide connessioni. Una una rete di mani tese l’una verso l’altra. Su Newlife tutti gli iscritti sono verificati tramite SPID oppure autenticati attraverso la piattaforma Onfido.

Privacy

Massima tutela della privacy, la procedura è stata scritta da “in2law”, società che offre soluzioni legali innovative e di eccellenza del network Deloitte. L’applicazione per Android e iOS è presente su Play Store e App Store in italiano e in inglese. La registrazione è gratuita per gli utenti privati, mentre le aziende possono optare per pacchetti di visibilità semestrali. Dopo aver completato la registrazione si potranno indicare i propri interessi, entrando così in contatto con gli altri ‘newlifer’, condividendo conoscenze, aiuto concreto ed esperienze. A ogni utente viene assegnato un punteggio in base alle attività svolte.

Macro-aree

Quattro le macro-aree a disposizione sull’app. Help Me: lo spazio per chiedere e donare aiuto, selezionando anche l’area geografica. Chat: il sistema di messaggistica interna. Eventi: ogni utente potrà promuovere e condividere eventi reali o virtuali. Informazione: approfondimenti su tematiche diverse, con un occhio di riguardo alla positività e ai consigli utili per la vita quotidiana.

Legami

Per Tiberti: «Newlife significa tornare a condividere. Instaurare rapporti umani, diventare una comunità che utilizza il mondo virtuale per creare legami reali. È il social dell’aiuto, della collaborazione, della gratitudine. Del fare, non dell’apparire”. Mauro Doni, general manager di Newlife, aggiunge: “Crediamo che questa sia la strada giusta per dare una svolta al mondo dei social media”. Qualcuno, osserva Tiberti, “mi chiede dove stia il mio guadagno. Non c’è guadagno, il mio business è altrove”. E allora, perché Newlife? “Per regalare – dice – qualcosa alle nuove generazioni. Sono padre di tre figlie. E poi è un impulso che viene dai miei valori personali, dal senso di comunità nel quale sono nato”.

Exit mobile version