back to top
25.4 C
Roma
lunedì, 27 Maggio 2024

Ucraina: oltre la bandiera bianca, la resa incondizionata a Putin. Il piano segreto di Trump per la “pace”

Oltre la bandiera bianca, la resa incondizionata a Putin. Donald Trump dice di avere l’asso nella manica per risolvere il conflitto in Ucraina. Il ‘piano segreto’ del tycoon, rivelato dal Washington Post, è molto semplice: Kiev dovrebbe cedere Crimea e Donbass alla Russia che l’ha aggredita. L’ex presidente mette sul tavolo la proposta in vista della campagna elettorale, che lo vede di nuovo avversario di Joe Biden per la conquista della Casa Bianca.

24 ore

Trump considera questa strategia come una via d’uscita rapida dal conflitto, ma le conseguenze a lungo termine per l’equilibrio geopolitico europeo sono incerte. Trump ha già affermato che potrebbe porre fine alla guerra in Ucraina in 24 ore e nelle sue iperbole è arrivato a incoraggiare la Russia ad attaccare i membri della NATO che non “paghino il dovuto” per l’alleanza. “Se fossi presidente – ha sparato il tycoon – la guerra Russia-Ucraina non sarebbe mai scoppiata. Mai, nemmeno in un milione di anni”. Il cosiddetto piano di pace di Trump ha generato preoccupazione sia tra gli ucraini sia tra gli alleati della NATO.

Bombardamenti

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ribadito il rifiuto di cedere parti del territorio nazionale. Gli alleati occidentali di Washington temono che una simile mossa potrebbe aprire il varco a ulteriori aggressioni russe. Dal canto suo, il presidente Biden ha espresso il sostegno fermo degli Stati Uniti all’Ucraina. Tuttavia, la situazione sul campo è critica, con forti allarmi da parte degli ucraini per la carenza di equipaggiamento e munizioni. Le prospettive di una imminente offensiva russa, preannunciata dall’intensificarsi dei bombardamenti e del lancio di missili sulle città ucraine, fanno crescere le preoccupazioni e mettono in evidenza la necessità di un sostegno internazionale più robusto a Kiev.






Altro dall'autore

Articoli più letti