Lavoro, “Più ci assumi, più ci assumeranno”. Campagna CoorDown, alleanza con le aziende per l’inclusione delle persone con sindrome di Down

0
Down
(foto accountt FB CoorDown)

CoorDown, Cariplo e Vita Non Profit fanno il punto, alla vigilia del 1° maggio Festa dei Lavoratori, sul progetto “The Hiring Chain”. La campagna mondiale lanciata un anno fa, con la partecipazione musicale di Sting, in occasione della Giornata Mondiale delle persone con sindrome di Down, attraverso la piattaforma www.hiringchain.org. L’idea quella di una vera e propria alleanza con imprese, aziende e il terzo settore per creare nuovi posti di lavoro nel periodo più difficile della pandemia.

Allyship

Sono ormai molte le aziende che hanno messo in agenda come una priorità il tema “Diversity&Inclusion”, ma è l’”Allyship” (l’alleanza) a rendere concrete le promesse inclusive. Nella parola alleanza c’è supporto, c’è sostegno, c’è condivisione di intenti, ma soprattutto c’è impegno. Impegno a esserci, ad agire. Ed è questo che ha fatto la differenza. L’inserimento di persone con disabilità sui luoghi di lavoro crea un impatto positivo sull’intera azienda e la diversità può mettere in moto un circuito virtuoso che fa crescere l’intera società.

Visualizzazioni

La campagna “The Hiring Chain” ha avuto in un anno oltre 6 milioni di visualizzazioni, 2 milioni e mezzo soltanto su Linkedin. 33 i premi ottenuti ai più prestigiosi festival della creatività del mondo: da Cannes al New York Festivals. Circa mille aziende da tutto il mondo hanno contattato CoorDown. In Italia sono oltre 30 le aziende con cui è stata avviata una collaborazione fattiva. In alcune realtà sono già partiti tirocini, in altre vere e proprie assunzioni di persone con sindrome di Down. Il primo inserimento è stato nel headquarter di Salvatore Ferragamo a Firenze. Poi nello studio di consulenza Rödl & Partner e nel flagship di Levi’s in centro a Milano. Protocolli d’intesa sono stati firmati con Esselunga, Share, Authos, Aeroviaggi, Pits’A, Mercato Centrale.

Passo

“Sentivamo l’esigenza di fare un passo in più – spiega Antonella Falugiani, presidente di CoorDown ODV, la principale Onlus italiana che promuove e tutela i diritti delle persone con sindrome di Down -. Non bastava più una bella campagna di sensibilizzazione, era necessario creare un impatto concreto sulla vita delle persone. In occasione della Festa dei lavoratori, non possiamo che rinnovare l’invito a stringere la mano a un lavoratore con disabilità offrendogli un’opportunità”. Forte la testimonianza di Francesco Cioppi, impiegato alla reception Salvatore Ferragamo: “Sono passati più di 6 mesi da quando mi è stata offerta questa opportunità. Sono molto felice del percorso intrapreso. I colleghi mi hanno accolto con calore ed entusiasmo e mi hanno fatto sentire parte di questa comunità. Mi auguro che tante altre aziende si uniscano all’appello della campagna ‘The Hiring Chain'”.

Sogno

Francesco Costanzo, Account Director LinkedIn ricorda: “Abbiamo costituito un team Social Impact, la cui missione è di connettere coloro che sono in cerca di lavoro e hanno barriere di vario tipo per trovarlo. Per rendere possibile il loro sogno di autonomia e di una vita più felice”. Marco Rasconi, Fondazione Cariplo, rimarca: “Siamo certi che la coesione e il benessere si raggiunga solo lavorando tutti insieme superando così ogni rischio di esclusione”.

Exit mobile version