E’ quasi primavera, torniamo in forma e facciamolo subito

0
donna che corre a primavera
(foto di Muhammad da Pixabay)

Finalmente marzo! La primavera è già dentro di noi, con 11 minuti al giorno di allenamento riusciremo anche a esternare la nostra migliore forma psico fisica. Possiamo contare i giorno all’arrivo della primavera e dobbiamo ancora smaltire tutte le calorie accumulate in inverno. Anche i dolci di Natale pesano su fianchi e fondo schiena.  Difficilmente senza un mix di allenamento fisico e cura dell’alimentazione si raggiungeranno i risultati desiderati. Sia che si tratti di perdere pochi chili o che si desideri rimanere in forma, il metodo è sempre lo stesso. Mangiare sano e fare ginnastica anche solo pochi minuti al giorno fa una grande differenza. Dopo pochi giorni da un cambio deciso di abitudini di vita si vedranno già i primi risultati. 

11 minuti

Il ‘mantra’ per tornare in forma: bastano 11 minuti al giorno. Ormai molti studi internazionali lo hanno dimostrato. A proposito, ne è appena uscito uno pubblicato in Gran Bretagna, sul periodico ‘Sports medicine’. Basta davvero poco impegno ogni giorno per ristabilire un equilibrio psico fisico positivo. Non c’è nemmeno bisogno di iscriversi in palestra. Chi crede di non avere a disposizione nemmeno 30 minuti al giorno per allenarsi può tirare un sospiro di sollievo e cambiare mindset. Basta un esercizio aerobico non troppo impegnativo di soli 11 minuti per raggiungere l’obiettivo. Da moderato a vigoroso, basterà un piccolo sforzo quotidiano e il gioco è fatto. Il risultato non è solo attinente alla forma psico fisica migliore, ma farà diminuire anche il rischio di ammalarsi di cancro e di avere problemi cardio vascolari.

Dal mattino alla sera

Il buongiorno si vede dal mattino e dunque niente cornetto, cappuccino, biscotti e altri dolci o carboidrati. Ma sì allo yogurt magro, noci e mandorle, frutta e miele. Anche gli ultimi studi sui dolcificanti hanno dimostrato che fanno meno danni zucchero e miele per ‘addolcire’ il risvegliò al caffè. I dolcificanti aumentano i rischi cardio vascolari, così come nutrirsi sin dal mattino con bacon e uova fritte o rimpinzarsi di dolci tutto il giorno. Ormai sono informazioni note a tutti. Eppure non sempre ascoltiamo il nostro corpo e le nostre esigenze psico fisiche. Allora di nuovo cambiamo il nostro mindset. In questo l’arrivo della bella stagione, sperando che non faccia subito troppo caldo, ci aiuterà. Più sole, più luce, più tepore la mattina al risveglio e meno umidità la sera, aiuteranno a sentirci subito più in forma. Più tonici invece ci diventeremo con l’allenamento quotidiano. Anche ‘quasi’ quotidiano sarà sempre meglio che niente. 

La motivazione dei piccoli passi

La motivazione è tutto. Se ci crediamo allora metà dello sforzo è già fatto. Ma per ottenere una perdita di peso di successo bisogna anche adottare l’approccio giusto. Perdere peso può essere difficile all’inizio, ma se facciamo piccoli passi, possiamo raggiungere facilmente i nostri obiettivi, senza doverci sentire infelici o sempre affamati. Le calorie contano ma non sono l’unico fattore di successo. Spesso le piccole cose che facciamo ogni giorno sono le più importanti. Come diventare più attivi e sviluppare migliori abitudini alimentari. Un’alimentazione sana, la definizione di obiettivi realistici e l’esercizio fisico avranno tutti un impatto positivo. Ma alla fine si tratta di reimpostare il proprio approccio agli alimenti e al movimento, in modo da perdere peso e non riacquistarlo per tutta la vita. L’importante è rimanere positivi, indipendentemente dal punto in cui ci troviamo nel nostro percorso di perdita di peso, o anche se abbiamo provato (e fallito) molte volte prima, poiché possiamo sempre riprovare e riuscire.

Il tempo per amico

Tra 20 giorno (solo 20 giorni!) ci ritroveremo nudi… Cioè senza felpe, senza cappotti, senza uno strato di tessuto che ci ricopre e ci fa dimenticare la ‘ciccia’ in eccesso. I vestiti invernali nascondono il grasso accumulato d’inverno e sono la nostra coperta di Linus. La cosa positiva è che possiamo incominciare a spogliarci anche dei nostri alibi invernali e andare a fare una corsettta mattutina all’aperto ad esempio. O prima che diventi buio. E poi il caldo fa venire meno fame e più voglia di bere. Il che è un effetto salutare. Bisogna ricominciare ad ascoltare le esigenze del nostro corpo e il richiamo della natura che ci circonda. Non abbiamo più tempo da perdere. La Primavera è alle porte e il sole che ci riscalderà ci ricorderà in fretta che è tempo di muoversi… 11 minuti al giorno. “Non importa quanto sia freddo l’inverno, dopo c’è sempre la primavera” (Eddie Vedder).

Exit mobile version