back to top
22.4 C
Roma
lunedì, 27 Maggio 2024

Surf: a cavallo delle onde in vista dei Giochi olimpici. Yumping Italia presenta gli spot più cool della Penisola

Non saranno quelle travolgenti dell’oceano, ma anche il Bel Paese offre agli appassionati di surf onde cavalcabili per divertimento e per sport. I migliori spot nostrani per surfare i marosi sono stati censiti da Yumping Italia, il portale degli sport d’avventura. Il surf richiama le spiagge della California o quelle esotiche del Pacifico, lo sport acquatico inventato dai nativi del Perù e della Polinesia ha raccolto migliaia di appassionati prima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo, a partire dall’Europa e oggi anche in Italia.

Hawaii

Il mare, il vento, la schiuma e le tavole colorate sono entrate nell’immaginario collettivo rappresentato da immagini iconiche e da film entrati nella leggenda. A partire dalle Olimpiadi estive del 2020 in Giappone il surf è diventato sport olimpico e le prime medaglie d’oro sono andate rispettivamente al brasiliano Italo Ferreira e all’americana delle Hawaii Carissa Moore. Per scivolare e fare acrobazie sui cavalloni non è però indispensabile raggiungere la capitale mondiale del surf, la North Shore di Oahu alle Hawaii. Le spiagge e le acque della nostra penisola hanno location particolarmente appetibili per gli amanti del surf.

LIGURIA

La scelta per i praticanti del nord Italia è tra diverse località. Da Recco – da maggio a giugno, si celebra il Recco Surfestival – a Varazze, sulla Riviera di Ponente, dove d’inverno si trovano condizioni per sperimentare ‘trick’ complessi. Per i più esperti c’è Levanto, dove le onde raggiungono anche i 4 metri.

TOSCANA

Prediletto dai surfisti il Pontile, in pieno centro a Forte dei Marmi. Da maggio a ottobre si riempie di sportivi, che arrivano da tutta Italia in cerca dell’onda perfetta.

Surf: a cavallo delle onde in vista dei Giochi olimpici. Yumping Italia presenta gli spot più cool della Penisola
(foto da PxHere)
LAZIO

Ebbene sì, è possibile surfare anche nella Capitale. A Ostia Lido che, con le sue popolari secche, come La Rotonda e La Vecchia Pineta, si rivela meta perfetta soprattutto per principianti. Poco più a nord a Santa Marinella, si trova Banzai Beach spot conosciuto a livello internazionale e sede di gara per i campionati italiani.

SICILIA

I posti migliori per trovare le onde sono due: Isola delle Femmine, con la meravigliosa baia di Carini, che offre una location ricca di venti e correnti. E poi San Leone, lido di Agrigento, che si rivela perfetto per neofiti e principianti.

SARDEGNA

Per cavalcare le onde si può scegliere Rena Majore, a pochi chilometri da Santa Teresa Gallura, una delle tre punte del cosiddetto “Triangolo della Bermuda”, con Pischina e Marina. Sempre lungo la costa settentrionale dell’isola, ci si può fermare sulla spiaggia della Marinedda, vicino al pittoresco borgo di pescatori di Isola Rossa, dove si svolge il Marinedda Bay Open, una delle tappe del campionato italiano di surf.

Parigi 2024

Quest’anno il Sud Sardegna ha offerto nel secondo weekend di marzo il campo di gara per la prima tappa del campionato italiano di surf da onda della FISSW, la Federazione italiana surfing, sci nautico e wakeboard. Al Buggerru Surf Trophy 2024 gli atleti juniores si sono ritrovati per iniziare il cammino verso i titoli tricolore. Intanto, in vista delle Olimpiadi di Parigi 2024, la nazionale di surf ha confermato la dodicesima posizione al mondiale ISA (International Surfing Association) a Porto Rico. La squadra, capitanata da Leonardo Fioravanti, era composta da Edoardo Papa, Matteo Calatri, Giada Legati, Emily Gussoni e Daniela Boldini. Ai Giochi l’Italia potrà contare proprio su Fioravanti, qualificato attraverso il campionato della World Surf League. Le Olimpiadi si terranno tra il 27 luglio e il 4 agosto in una location d’eccezione: Teahupo’o sull’isola di Tahiti, nella Polinesia francese.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti