Meloni vince e si rafforza. Schlein cresce e blinda il Pd

0
Europee
(foto governo.it + European Union da it.wikipedia.org)

La Meloni vince le elezioni europee con quasi il 29% per l’esattezza il 28,8%, dato ben oltre quelli che erano i sondaggi pre voto e la sua maggioranza arriva quasi al 47,5% due punti in più delle ultime politiche.

Un dato sorprendente in quanto di questi tempi governare logora e ben lo sanno Macron e Scholz che in Francia e Germania hanno preso una scoppola terribile, tanto da costringere il leader francese a sciogliere il Parlamento e ad indire elezioni per il prossimo 30 giugno. Qualcosa succederà anche in Germania dove la Csu da sola ha più voti di tutti gli attuali partiti di maggioranza ed ha doppiato i socialisti fermi al 14%.

In Italia va bene anche Forza Italia che sfiora 10% con un 9,62% e tutto sommato, tiene anche la Lega che evita un tracollo e si piazza molto vicina con poco più del 9% al partito che fu di Berlusconi. Il tutto contribuisce a rasserenare gli animi nel centrodestra e spianare la strada fino alle prossime politiche del 2027. Superato lo scoglio delle europee non ci sono più passaggi pericolosi, i tre partiti di maggioranza possono tornare a lavorare insieme con ritrovata serenità dopo le polemiche dovute alle europee dov’è ognuno correva per se’. “Se arrivo viva alle europee, poi si cambia marcia” disse tempo fa Giorgia Meloni. Accontentata.

A sinistra molto bene la Schlein, oltre ogni più rosea previsione, di poco sopra il 24%. Così blinda il partito e può mettersi a lavorare per le future sfide con la Meloni che culmineranno con le prossime politiche. Tracollo di Conte che deve abbandonare ogni speranza di leadership della sinistra e dovrà a breve rivedere piani e progetti.

Grande successo della sinistra radicale con la carta vincente della candidatura della Salis.

Triste destino per Renzi e Calenda di poco sotto la soglia di sbarramento. E pensare che potrebbero essere determinanti nelle prossime politiche per fars pendere la bilancia da una parte o dall’altra.

Exit mobile version