Centrodestra vivrà fino a quando ci sarà centrosinistra. Unico stop nuova legge elettorale

0
(foto profilo Twitter S.Berlusconi)

Quasi tutti i commentatori politici sostengono che il centrodestra e’ ormai dissolto, dopo i malumori che lo hanno caratterizzato in occasione della rielezione di Sergio Mattarella al Quirinale. In realtà dicevano di piu’, lo aspettavano al varco delle forche caudine del tanto atteso appuntamento, sostenendo che difficilmente avrebbe resistito e si sarebbe di fatto sciolto. Mancanza di visione politica ed anche ottica, perché il centrodestra, inteso come unita’ non ci e’ mai stato, cosi come il centrosinistra. Sono solo due coalizioni elettorali, con tutte le loro contraddizioni, e finche’ esisterà uno esisterà l’altro. La politica e’ anche fisica, ad una forza si oppone una forza contraria, se si vuole un bilanciamento. Il centrodestra non e’ mai stato coeso. e mai lo sara’ per mancanza di un denominatore comune. Altrimenti avrebbero da tempo formato un partito unico con un solo leader. Ma i galli nel pollaio sono tanti, tra vechi e nuovi, da qui le liti. I tre guppi da sempre sono autonomi, ciascuno di essi ha le proprie opinioni, anche se ciò non impedisce loro, su certi temi, di costruire una alleanza strategica. All’inizio fu Berlusconi, che aveva piu voti rispetto agli altri con Bossi e Fini, ripulito in fretta dalla sua matrice neofascista. Poi tutti sanno come si e’ evoluto il quadro, la fine di Fini, il declino e poi la ripresa della Lega con Salvini, l’ascesa della Meloni che ha superato i voti non solo del Fini che fu ma anche di Berlusconi e Salvini. Gli equilibri sono saltati ed un nuovo assetto appare necessario. Ma sara’ ineludibile. Il centrodestra non e’ morto e sepolto come coalizione se non ci sarà una nuova legge elettorale ci sara’ una sorta di pace elettorale tra il Cavaliere, il Capitano e la “grande” Giorgia, è diventata grande solo mantenendo nel marasma, un precisa identita’. Nulla di particolare ma che andrebbe esaminato, soprattutto da chi compie scomposte scorrobande, a detra come a sinistra. Una parola sul centro. Nonostante giravolte degne degli artisti circensi esiste solo se e’ di centro destra o di centrosinistra. Se vorrà amdare da solo, potrebbe prima fare un mini congresso. Poche spese, lontano dai fasti di un tempo, basterebbe una vecchia cabina telefonica. Quello che molti commentatori vedono piu’ come un auspicio che come un analisi della realtà non si avvererà. Rebus sic stantibus

triy

Exit mobile version