3 C
Roma
mercoledì, 1 Febbraio 2023

L’opposizione alla Meloni soprattutto mediatica. Tentano l’assalto a Nordio e favoriscono la “cultura del sospetto”

La Meloni vola in Algeria, una missione per il gas, vorrebbe un “piano Mattei” per l’energia. L’obiettivo è di arrivare entro due anni al totale sganciamento dal gas russo, per poi crescere come hub di distribuzione di energia dal Nord Africa alla Ue.

MA CONTINUA ASSALTO MEDIATICO CON NORDIO E NON SOLO…Anche se le cose sembrano in economia andare meglio del previsto continua l’assalto mediatico fatto da giornali e televisioni di area progressista, che non hanno accettato è mai accetteranno, la vittoria della Meloni. E poco importa se non esista al momento una vera opposizione in Parlamento in attesa che il Pd si riprenda, alla opposizione pensano loro. E cercano di individuare i punti deboli. Ad esempio la giustizia con il disegno di riforma di Nordio. Nella speranza di aprire crepe. Giorgia non ci casca e rinnova la sua fiducia al ministro,sotto attacco per le intercettazioni.

PORTATA AVANTI ANCHE LA CULTURA DEL SOSPETTO. Dopo trent’anni e’ stato arrestato Matteo Denaro sotto un governo di centrodestra, fatto incontrovertibile anche se la cattura si deve allo Stato inteso come istituzioni nel suo complesso. Ma la polemica non manca e quasi si vuole imputare qualcosa pure al governo. Lo hanno peso solo perché malato e sulla base di un patto scellerato con lo Stato? Anche a lui come a Riina si è permesso di occultare o distruggere le carte più compromettenti?

INSOMMA TEOREMA DEL DOPPIO STATO, DELLO STATO PROFONDO. Si tratta di una velenosa teoria populista ed ovviamente indimostrabile, ma divenuta per certi ambienti politici, intellettuali progressisti, il paradigma di lettura preferito della storia italiana. L’unico in grado di spiegare i misteri e le grandi tragedie dei decenni scorsi a partire dal primo dopo guerra. Secondo questo schema non ci si ferma ai semplici servitori infedeli delle istituzioni o a semplici corrotti magari al servizio di qualche potenza straniera, ma ad un sistema organizzato che nei decenni ha travalicato il ruolo formale dei partiti, infiltrato ad ogni livello le istituzioni, tessuto alleanze organiche e trasversali con i più svariati potentati criminali, sino a costruire una struttura di comando parallela a quella legale, ma ben più solida di quest’ultima. Naturalmente a beneficiare di questo sistema sarebbe solo ed unicamente il centrodestra. Anche perché quando al potere è stata la sinistra non se parlava o se ne parlava meno. Mai comunque si parlava di un legame con quella parte politica.

UN SOSPETTO, LA CUTURA DEL SOSPETTO AIUTA I NEMICI DELLO STATO? Viene inevitabile un sospetto, ma coltivare quella cultura del sospetto, permanente, anche gettando ombre sulla politica, naturalmente solo su una sua parte (prima la Dc e poi Berlusconi) come se fosse facile dividere i buoni dai cattivi, equivale a ricercare la verità o è un favore ai suoi nemici?

Altro dall'autore

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Articoli più letti