Condono edilizio: Salvini gioca il jolly per le Europee e lancia la “pace edilizia”. Dal Mit in dirittura d’arrivo un pacchetto di norme

0
Condono
(foto Kasa Fue da it.wikipedia.org + Annette da Pixabay)

À la guerre comme à la guerre. Matteo Salvini gioca il jolly in vista delle europee e, per cercare di risalire la china dei consensi erosi da Giorgia Meloni, punta tutto sul classico del condono edilizio. I tecnici del ministero delle Infrastrutture e Trasporti (Mit) stanno definendo misure che dovrebbe regolarizzare piccole difformità, che affliggono quasi l’80% del patrimonio immobiliare italiano. La proposta promette di sbloccare irregolarità relative a milioni di proprietà edilizie e di alleviare il carico burocratico sugli uffici comunali, ma anche di garantire risposte tempestive ai cittadini.

Pacchetto

La “pace edilizia” proposta da Salvini si propone di soddisfare le esigenze dei piccoli proprietari immobiliari, che da anni aspettano la regolarizzazione delle loro abitazioni, consentendo di ristrutturare o vendere le proprietà senza ostacoli. Il Mit – informa una nota – sta preparando un pacchetto di norme sulla casa, “così come chiesto e auspicato anche dalle Amministrazioni territoriali, dalle associazioni e dagli enti del settore edilizio”. Sul piano politico il vicepresidente del Consiglio leghista va all’attacco: “Altro che obblighi ‘green'”, imposti dall’Unione Europea, “e patrimoniali nascoste. La casa è un patrimonio economico, sociale e culturale degli italiani da difendere a tutti i costi”.


Exit mobile version