back to top
16.6 C
Roma
venerdì, 14 Giugno 2024

Putin, l’Italia non è russofoba e ne terremo conto. Trump? Contro di lui una persecuzione giudiziaria

Nei confronti della Russia l’Italia ha una posizione più contenuta rispetto ad altri paesi europei e Mosca valuta questo atteggiamento “in modo adeguato”. “In Italia – ha spiegato Vladimir Putin incontrando le maggiori agenzie internazionali (per noi l’Ansa, ndr) – non si diffonde una russofobia da cavernicoli e lo teniamo in considerazione. Noi speriamo che quando la situazione riguardo all’Ucraina comincerà a stabilizzarsi – ha aggiunto il presidente russo – riusciremo a ristabilire relazioni con l’Italia forse anche più velocemente che con qualche altro paese”. Ma sulla guerra in Ucraina, in risposta ai missili americani Himars usati da Kiev per colpire in territorio russo, lo zar del Cremlino non ha fatto sconti a nessuno ed ha minacciato di fornire missili russi a paesi in grado di colpire la Nato, in particolare i paesi che forniscono armi a Kiev. Da questi paesi riforniti da Mosca, secondo Putin, potrebbero partire attacchi a siti sensibili di paesi occidentali che stanno rifornendo di armi Zelensky. Quanto agli istruttori militari occidentali per Putin questi sono già presenti sul territorio ucraino “e sfortunatamente per loro subiscono perdite”. A proposito di perdite il presidente russo ha fornito delle cifre: gli ucraini perdono 50.000 soldati al mese, i russi un numero “diverse volte inferiore”. Lo zar ha affermato che i prigionieri russi in mani ucraine sono 1.348, mentre gli ucraini prigionieri sono 6.465. Poi le elezioni americane: per la Russia non importa chi vincerà le elezioni negli Usa e “Mosca non ha mai avuto una relazione speciale con Donald Trump” ma – ha detto il presidente russo – “nei suoi confronti c’è una persecuzione giudiziaria”.

 

Altro dall'autore

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Articoli più letti