(foto schermata da Rai1)

Emilio Carelli si sfila dal Movimento 5 Stelle e passa al gruppo misto della Camera. Eletto a Montecitorio nel 2018 nelle liste grilline il giornalista ex-Mediaset e Sky, 68 anni, deputato di peso nel gruppo Cinquestelle, ha detto addio ad un Movimento che – ha spiegato lui stesso in una nota – “ha perso la sua anima”. Quello di Carelli è di fatto un passaggio all’opposizione. Una decisione che non dovrebbe rimanere isolata nel gruppo grillino, almeno secondo quanto ha fatto capire lo stesso Carelli intervistato da Mentana su La7 quando ha rivelato aver avuto colloqui con diversi colleghi. E che prelude alla formazione di una nuova componente parlamentare, il ‘Centro-Popolari italiani’, di cui il giornalista-deputato vuole farsi promotore. “Non senza sofferenza interiore annuncio la mia uscita dal gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle – ha scritto Carelli su Fb spiegando di aver deciso dopo una lunga riflessione – In questo modo dico addio ad un Movimento che ha perso la sua anima”. 

Sul perché della sua scelta Carelli ha aggiunto: “Troppe volte ho assistito a scelte sbagliate che non ho condiviso, persone sbagliate e incompetenti nei posti sbagliati che non ho condiviso. Ed ogni volta che ho cercato di esprimere il mio parere, di portare un contributo corroborato da oltre 40 anni di esperienza professionale, sono rimasto inascoltato”. Il nuovo raggruppamento parlamentare che intende fondare “potrebbe diventare una casa accogliente per tutti i colleghi che intendono lasciare il Movimento ma temono di restare isolati, ma anche per chi proviene da altri gruppi” il programma di Carelli. Una sorta di primo passo verso la costituzione di un nuovo gruppo parlamentare “che – ha aggiunto – vorrei in sintonia col Ppe, sostenitore dell’Europa”. “Una iniziativa politica – ha concluso – che intende dare voce a tutta quell’area moderata e liberale che guarda con diffidenza agli estremismi di ogni genere e che esige risposte concrete ai problemi reali”