Case prezzi
(foto di Pexels da Pixabay)

Aumentano i prezzi delle case in vendita in tutto il mondo, a causa della pandemia. In Italia il rincaro si stima tra il 3 e il 5%

La gente incomincia a preoccuparsi per l’aumento del prezzo delle case che è salito alle stelle in tutto il pianeta. Gli agenti immobiliari lo dicono da tempo, scrive Hanna Ziady su CNN Business. La pandemia ha congelato per mesi e mesi il mercato immobiliare un po’ ovunque. A causa della recessione provocata dal Covid-19, con milioni di persone che hanno perso il lavoro e le aziende e le piccole imprese che sono state costrette a chiudere. E si sono moltiplicate le richieste agli istituti bancari per rinvii dei pagamenti dei mutui da parte delle coppie in crisi economica.

Fuga dalla città

Nonostante un anno di crisi estrema però il mercato abitativo europeo è rimasto attivo, con l’evidente tendenza della ricerca di un cambio di vita. Questo è quanto dichiara il rapporto europeo sul mercato immobiliare 2021, pubblicato il 4 maggio scorso. Il 62% degli europei si sente fiducioso nella forza del mercato immobiliare locale quest’anno. Il 50% delle persone intervistate mostra che gli acquirenti stanno soprattutto cercando di trasferirsi nelle zone rurali. “In tutta Europa, stiamo assistendo a molti più acquirenti che cercano casa in campagna a causa dei cambiamenti nello stile di vita portati dal COVID-19”, afferma Michael Polzler, CEO di RE/MAX Europe. “Le persone desiderano più spazio nelle loro case, essere più vicini alle aree verdi cittadine, oltre a cercare proprietà più grandi nelle zone rurali. La nostra rete di agenti in queste aree è più attiva che mai e ci aspettiamo che questa tendenza dello stile di vita continui per tutto il 2021 “.

Prezzi in rialzo

L’altra tendenza, purtroppo meno positiva, è il radicale aumento dei prezzi delle abitazioni. In Italia è previsto un incremento dal 3 al 5% sull’acquisto degli immobili. Sia in città che nelle zone più verdi. Il mercato è guidato dai ‘first buyers’ cioè coloro che acquistano casa per la prima volta e poi dai cosiddetti ‘move-up buyers’, coloro che cercano di trasferirsi in una casa più grande. Il Covid ha cambiato gli stili di vita, con l’avvento anche in Europa dell’home working. Anche la paura della malattia ha contribuito al cambio di mentalità della gente. Via dallo smog in cerca di aree verdi e incontaminate. Dove si respiri aria pulita e i figli possano giocare all’aperto. Il 40% degli europei ha espresso l’intenzione di trasferirsi fuori città, soprattutto in Italia, Finlandia e Austria.

Sogni

Ma solo il 45% dei nuovi acquirenti può permettersi la casa dei propri sogni. Perché in tutta Europa i prezzi sono in aumento. In particolare nei Paesi Bassi e in Austria. Nonostante questo la maggior parte degli intervistati in Europa (il 75%) pensa che il mercato immobiliare stia funzionando bene, tanto che molti hanno deciso di affidarsi agli agenti immobiliari. Di questi, il 62% ha avuto un riscontro positivo nell’acquisto o nella vendita dell’immobile tramite agenzia.