Paesi
(foto Xinhua/Zhang Yuwei)

Oltre quindicimila positivi al Covid in Italia nelle ultime 24 ore e 99 morti. Un’impennata preoccupante – il doppio dei casi di un mese fa – sia dei nuovi contagi sia delle ospedalizzazioni.

E con l’arrivo delle festività la situazione “potrebbe peggiorare”, secondo l’Agenzia europea per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) che esamina il quadro generale di tutto il Vecchio Continente divenuto ormai l’epicentro mondiale della pandemia. Non sono buone notizie anche se il monitoraggio italiano non è allarmante in particolare per quanto riguarda la variante Omicron.

“Siamo in una situazione molto grave con alti livelli di trasmissibilità del Covid” ha affermato la direttrice dell’Ecdc Andrea Ammon. La messa in guardia riguarda il Natale: “Il prossimo periodo festivo, in cui i contatti tra gruppi di persone aumentano, può peggiorare le cose”. E con “l’espansione ulteriore che attendiamo dalla variante Omicron la situazione potrebbe svilupparsi veramente di male in peggio, motivo per cui occorre prendere altre misure di prevenzione, in parallelo ad un’espansione della vaccinazione”. Crescono da noi i nuovi contagi, come appena detto (15.756), ma crescono anche le ospedalizzazioni: 199 ricoverati in più e 89 nuovi ingressi in terapia intensiva, diventano così 6.078 i pazienti Covid assistiti in area medica e 776 quelli in rianimazione (un mese fa erano rispettivamente 3.125 e 398, una crescita vicina al 100%). Indice di positività al 2,3%.