15.5 C
Roma
venerdì, 23 Febbraio 2024

Filippo confessa “Ho ucciso Giulia. E poi non ho avuto il coraggio di uccidermi”

“Ho ucciso la mia fidanzata”. Filippo Turetta ha confessato così alla polizia stradale tedesca l’omicidio di Giulia Cecchettin. Ed ha aggiunto: “Poi ho provato a farla finita ma non ho trovato il coraggio per farlo”.

Nel verbale dei poliziotti che lo hanno fermato e arrestato nei giorni sorsi lungo l’autostrada A-9 vicino Lipsia (era fermo sulla sua Punto sulla corsia d’emergenza senza le luci d’emergenza accese) la parole fine sulla lunga fuga del giovane ventiduenne che ora è rinchiuso nel carcere di Halle e attende di essere estradato in Italia, cosa che avverrà presumibilmente in tempi rapidissimi, forse già venerdì, su un aereo militare con destinazione prima Roma e poi la Procura di Venezia.

Lui non si è opposto e quindi i tempi si sono accorciati. Il presidente del Tribunale tedesco di Naumburg ha dato stamane il via libera alla consegna all’Italia di Turetta accusato di aver ucciso lo scorso 11 Novembre l’ex fidanzata. In un comunicato il magistrato afferma che, sulla base della documentazione allegata al mandato di arresto europeo emesso dalla Procura di Venezia contro Turetta, “non ci sono ostacoli” alla consegna dell’indagato alle autorità italiane.

Quella di Turetta è stata una confessione in piena regola, quasi una liberazione: poche parole in inglese – rivela il verbale – pronunciate da un uomo apparso visibilmente provato, stanco, con i vestiti ancora sporchi di sangue, spalle e sguardo basso. “Ho ammazzato la mia fidanzata, ho vagato questi sette giorni perchè cercavo di farla finita, ho pensato più volte di andarmi a schiantare contro un ostacolo e più volte mi sono buttato un coltello contro la gola ma non ho avuto il coraggio di farla finita”. ha detto Turetta. Nell’auto, ora in un deposito della polizia in attesa di essere consegnata alle autorità italiane, sono stati trovato un coltello da cucina con una lama di 12 centimetri e dello scotch.

Altro dall'autore

Articoli più letti