back to top
10.3 C
Roma
sabato, 20 Aprile 2024

Sport: atleti/studenti, i vincitori del progetto “Dual Career” di Deloitte. Partnership pluriennale con CONI e Comitato Italiano Paralimpico

Entra nel vivo “Dual Career”, il progetto di Deloitte – azienda leader di servizi di consulenza e revisione – insieme a CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e CIP (Comitato Italiano Paralimpico), per promuovere la formazione e la crescita degli atleti/studenti. Un programma di partnership pluriennale, che prevede non soltanto borse di studio, ma anche un percorso di coaching. L’obiettivo è quello di supportare gli atleti e le atlete nel conciliare l’impegno sportivo agonistico con la carriera universitaria, tutelando il diritto allo studio di coloro che praticano attività sportiva agonistica.

Tredici

Tredici le atlete e gli atleti selezionati e tredici i coach di Deloitte, che guideranno la formazione e la crescita degli atleti/studenti per inseguire nuovi traguardi. I selezionati della prima edizione del programma Dual Career sono stati annunciati in occasione del Consiglio nazionale del CONI a Roma, nella giornata che precede la cerimonia di consegna dei Collari d’Oro. Oltre all’assegnazione di borse di studio per coprire le rette universitarie, il programma Dual Career prevede l’impegno di coach personali, che accompagneranno gli atleti nel loro percorso formativo, diventando a tutti gli effetti un punto di riferimento per far convivere ad alto livello studio e sport. I vincitori sono: Alessandro Andreoni (Para Ice Hockey), Nicolò Canclini (Ski Mountaineering), Fabrizio Casal (Sci Alpino–Atleta guida), Federica Cesarini (Canottaggio), Leonardo Donaggio (Ski Freestyle), Carlotta Gilli (Nuoto), Elena Micheli (Pentathlon moderno), Michela Moioli (Snowboard), Federico Pelizzari (Sci Alpino), Martina Valcepina (Pattinaggio Short Track), Alex Verginer (Bob), Lisa Vittozzi (Biathlon) e Martina Vozza (Sci Alpino).

Integrazione

Fabio Pompei, Ceo di Deloitte Italia, ha rimarcato: “Il programma Dual Career entra nel vivo e i professionisti del nostro network saranno in prima linea nel percorso di coaching. Si tratta di una novità assoluta, che permetterà così ai giovani atleti di avere al fianco un vero e proprio ‘personal trainer’. L’ambizione è quella di formare studenti-atleti a 360 gradi, in grado di competere su entrambi i fronti con gli strumenti adatti. Grazie alla partnership con CONI e CIP vogliamo contribuire a diffondere i programmi di Dual Career, favorendo l’integrazione tra studio e sport”.

Giochi

Aspirazione condivisa da Giovanni Malagò, presidente del CONI: “Lo sport italiano è estremamente grato a Deloitte per i contenuti di questo protocollo, che ci proietta verso i Giochi di Parigi 2024 e costituisce un ottimo viatico in funzione di Milano-Cortina 2026. È un impegno tangibile nei confronti del nostro movimento, che mette atlete e atleti nelle migliori condizioni possibili per onorare il percorso della Dual Career, creando le premesse migliori per valorizzare il loro know how agonistico”. Il presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Luca Pancalli si è detto “felice di supportare questo percorso, che ha l’obiettivo di promuovere e rafforzare sempre più il binomio fra studio e attività agonistica di alto livello. Centrale nella diffusione di un’idea di sport come strumento di crescita sociale e culturale. Abbiamo sempre più bisogno di atlete e atleti in grado di raggiungere grandi traguardi sportivi e di trasmettere valori e competenze che lo sport italiano sa generare”.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti