back to top
34.2 C
Roma
martedì, 23 Luglio 2024

Big Ben scuote la Francia, patto Le Pen-Repubblicani, il fronte popolare e l’appello di Macron

Il disastro elettorale di Macron scuote la Francia ed apre nuovi inaspettati scenari per quello che potrebbe diventare un centrodestra alla francese. Il trionfo della Le Pen ha spinto il presidente francese a sciogliere il Parlamento e andare alle elezioni. L’accordo elettorale annunciato, tra proteste interne, dal neo gollista Eric Ciotti con il Rassemblement National rischia di terremotare l’attuale quadro politico.

I grossi nomi della destra storica insorgono e gridano al tradimento ad un’alleanza contro natura, ma la maggioranza degli elettori gollisti sembrano pensarla diversamente, vogliono togliersi di mezzo Macron. “Abbiamo bisogno di un’alleanza con il Rassemblement National, ha detto Ciotti, deve nascere una forza per opporsi all’impotenza del macronismo ed al pericolo ella France Insoumise”. Il candidato premier per Rn Jordan Bardella non si è privato di commentare questa sorpresa “Confermo che c’è un accordo tra il Rassemblement è L’esempio Repubblicains. Sosterremo anche i loro candidati, c’è ne saranno decine”.

Su fronte opposto le sinistre cercano unità ed alcuni invocano un Fronte popolare. Ma ci sono anche divisioni. I sondaggi ad oggi danno al primo turno del 30 giugno il 35% alla Le Pen, il 25% al Fronte popolare e il 18% a Macron.

Intanto Macron, che an.nuncia di non volersi dimettere anche se sconfitto, lancia il suo appello “Unione delle forze democratiche, ora battaglia sui valori. I Repubblicani tradiscono De Gaulle”.

Altro dall'autore

Articoli più letti