Per l’emergenza coronavirus boom delle richieste di cassa integrazione, ordinaria e in deroga. Nel solo mese di aprile l’Inps ha autorizzato 772 milioni di ore di cassa integrazione, ordinaria e in deroga, con un aumento del 3.000% (2.953 per l’esattezza) rispetto allo stesso periodo del 2019. Un aumento monstre causato al 98% dall’emergenza Covid-19 non comparabile con l’anno precedente o con il dato dei primi mesi del 2020 ma molto vicino invece, come ordine di grandezza, al totale delle ore di Cig autorizzate dall’Inps nel corso di tutto l’anno 2009, che era quello della grande crisi economico-finanziaria mondiale causato dal fallimento della Lehman Brothers, che furono 916 milioni. Nel mese del lockdown più duro, come sottolinea Repubblica, l’Inps ha autorizzato 835,2 milioni di ore di Cig, considerando soltanto quelle legate all’emergenza sanitaria e includendo gli accessi all’assegno ordinario delle imprese aderenti ai Fondi di solidarietà. Se si aggiungessero le domande anche per le altre tipologie, il totale veleggerebbe verso gli 860 milioni di ore. (foto: cesenatoday.it)