“Anche stavolta l’ho scampata…”. Lo ha detto con un grande sorriso Silvio Berlusconi (84 anni il 29 settembre) lasciando l’ospedale San Raffaele di Milano dove era stato ricoverato il 3 settembre dopo essere risultato positivo al Covid-19. L’ex-premier, con la mascherina, in abito blu e cravatta, ha letto una breve dichiarazione all’esterno dell’ospedale con accanto il suo medico personale prof. Zangrillo mentre un gruppetto di fan lo applaudiva. Ora lo attende l’isolamento ad Arcore fino a quando non ci sarà un secondo tampone negativo. “E’ stata la prova più pericolosa della mia vita – ha detto – e anche questa volta l’ho scampata”. L’ex-premier ha parlato della condivisione che ha sentito intorno alla sua persona, “una condivisione che mi ha consentito di superare i momenti più difficili che sono stati tanti nei primi tre giorni” ha spiegato sottolineando le attestazioni di solidarietà giuntegli dal capo dello Stato a semplici cittadini, dai suoi sostenitori agli avversari politici. Berlusconi ha infine rinnovato l’appello alla massima responsabilità personale e sociale perchè “ognuno di noi è esposto al rischio di contagiare gli altri”. “Il mio pensiero va prima di tutto ai tanti ammalati di covid e alle loro famiglie”, ha concluso il breve speach ricordando che “nelle scorse settimana prima di ammalarmi avevo lanciato numerosi appelli a non sottovalutare il pericolo”.