back to top
34.2 C
Roma
martedì, 23 Luglio 2024

Bufera su Tridico (Inps) che si raddoppia lo stipendio. Conte “Non ne sapevo niente”

Il presidente dell’Inps Pasquale Tridico si raddoppia lo stipendio e fa scoppiare la bufera. Il centrodestra insorge e chiede perentoriamente le sue dimissioni. “Non ho parole – dice secco il leader della Lega, Matteo Salvini – Invece di aumentarsi lo stipendio, il presidente dell’istituto prima paghi la cassa integrazione alle centinaia di migliaia di lavoratori che la aspettano da mesi, poi chieda scusa e si dimetta”.

Il premier Conte cade dalle nuvole e dice di non saperne niente “Farò una verifica e poi valuterò”. Imbarazzo nella maggioranza con lo “sconcerto” fatto filtrare dal Pd e ma anche le aperte critiche dei renziani che non hanno mai avuto in simpatia Tridico, piazzato al vertice dell’istituto di previdenza dai grillini.

Un tweet ironico di Marattin registra questa antipatia: “Ti ricordi quando l’Italia impazzì e si riempì di populisti? Quelli che cercavano il consenso con gli slogan come riduciamo gli stipendi alla casta! e poi, zitti zitti, ci prendevano tutti quanti per il c…?”). C’era quindi attesa per la reazione del Movimento allo scoop di Repubblica (stipendio di Tridico aumentato dal Cda Inps da 62.000 a 150.000 euro l’anno). Ha parlato solo l’ex-capo politico grillino e attuale ministro degli esteri Luigi Di Maio, chiamato in causa come main sponsor di Tridico. Un Di Maio abbottonato e sulla difensiva che dice “Chiederò chiarimenti nelle prossime ore”.

Col passare delle ore mentre l’Inps non smentisce l’aumento di stipendio del suo presidente precisando però che non è prevista per lui nessuna retroattività, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia incalzano: l’azzurra Bernini commenta ironica: “È la nuova frontiera del grillismo al potere: il reddito di arroganza”. Gasparri annuncia un’interrogazione al premier Conte e alla ministra del Lavoro Catalfo per chiedere “l’annullamento della delibera sulla aumento della retribuzione di Tridico”. “Adesso basta, la misura è davvero colma – chiude il giro Francesco Lollobrigida (FdI) –  Chiediamo le dimissioni di Tridico, amico dei grillini, e le scuse immediate di tutto l’esecutivo per questa ennesima vergogna firmata Movimento 5 stelle”.

Gianfranco Eminente
Gianfranco Eminente
Cronista prima di tutto. Ha iniziato il praticantato ed è diventato giornalista professionista lavorando per 'Il Giornale d'Italia' nel 1974. E' passato poi all'Agenzia Italia ricoprendo vari incarichi: inviato speciale, capo degli Esteri e del servizio Diplomatico, anche quirinalista e dal 1989, a Montecitorio, redattore capo e responsabile del servizio Politico di questa primaria agenzia di stampa nazionale. Nel 2001 è stato nominato vice-Direttore vicario sempre all'Agi, incarico che ha mantenuto fino al 2009. Giornalista parlamentare.

Altro dall'autore

Articoli più letti