Coronavirus immagine


La nuova stretta per arginare la diffusione del Covid-19 è in arrivo. Oggi il governo si è confrontato con il Comitato tecnico-scientifico, domani Conte incontra le Regioni e poi emanerà il nuovo dpcm che conterrà misure ulteriori per mettere la curva dei contagi sotto controllo (nelle ultime 24 ore 5.456 i nuovi casi, 26 le vittime). Intanto continuano a circolare indiscrezioni e anticipazioni sui contenuti del nuovo provvedimento: un vortice di voci anche contrastanti che aumentano la confusione e il disorientamento dei cittadini. Come per la mascherina, ormai da portare e indossare al chiuso e all’aperto, che oggi per diverse ore è sembrato dovesse essere indossata obbligatoriamente anche dai runner e quindi non solo chi fa una passeggiata, salvo poi assistere all’esclusione di questa eventualità grazie ad una nota di precisazione del Viminale: “Mascherina sì se si fa attività motoria all’aperto, jogging escluso”.

“Non ci sarà un nuovo lockdown nazionale” ma il governo – ha detto il ministro Speranza – è costretto a stringere le maglie dopo settimane di misure che allargavano, un cambio di marcia con interventi puntuali su alcune aree più a rischio e soprattutto per non assumere misure più dure e giocare d’anticipo. Tra le nuove misure sembra ci sia lo stop alle feste private, non solo tra i giovani (visto che i tre quarti dei nuovi focolai si sviluppano in ambito familiare) limitando la partecipazione ad un massimo di sei persone e agli sport di contatto come il calcetto o la pallavolo dove non è possibile usare mascherine o mantenere le distanze.

Sempre il governo pensa poi ad agire sugli orari dei locali e sugli assembramenti, vietando le file davanti a ristoranti, bar e pizzerie di clienti in attesa. Le nuove misure anti-Covid, quando saranno ufficiali, saranno “nazionali”, le Regioni avranno la possibilità di agire solo su norme più restrittive. Al termine dell’incontro di oggi alla Protezione civile altre novità di carattere sanitario: la quarantena dovrebbe essere accorciata a 10 giorni e ci vorrà un solo tampone negativo per uscire dall’isolamento.