(foto di Alexey Hulsov da Pixabay)
(foto di Alexey Hulsov da Pixabay)

Migliora l’indice di contagiosità da Covid (Rt) che scende per la prima volta da settimane sotto l’1 (0,91): e così molte regioni cambieranno colore da domenica 6 dicembre allontanandosi complessivamente dall’area di rischio elevato. Ma resta alto il numero dei nuovi contagi (24.009) a fronte di 213.000 tamponi processati e non accenna a calare in modo sensibile il numero delle vittime, ancora troppe: 814 nelle ultime 24 ore, un livello che mantiene l’Italia ai primi posti nella tragica classifica mondiale dei morti per la pandemia (medici e scienziati non hanno ancora saputo dare una risposta alla domanda sul perché di questo altissimo numero di vittime da coronavirus nel nostro paese, giunto ormai alla soglia dei 60.000 morti).

Tutte le Regioni migliorano in base al monitoraggio settimanale della Cabina di regia dell’Istituto superiore di Sanità e del ministero alla Salute e quindi il ministro Speranza ha firmato l’ordinanza con i passaggi, da domenica, verso zone con meno restrizioni rispetto a quella occupata adesso. Campania, Val d’Aosta, Toscana e provincia di Bolzano non saranno più di colore rosso ma arancioni e andranno così a fare compagnia a Basilicata, Calabria, Lombardia e Piemonte. Sempre domenica Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Umbria passeranno dall’arancione al giallo come già Lazio, Liguria, Molise, provincia di Trento, Sardegna, Sicilia e Veneto. l’unica regione a restare rossa è l’Abruzzo che era entrata per ultima nell’area di maggior rischio.