Draghi spread
(foto governo.it)

Si sapeva, era nell’aria e nei sondaggi, che nelle grandi città Salvini e la Meloni avrebbero perso ed anche nettamente. Ora al tris al primo turno si annuncia la manita con probabile vittoria ai ballottaggi anche a Roma e Torino. Il primo dato che appare e’ che la bassissima affluenza, ha votato meno della meta’ degli italiani, sia dovuta in larga parte ai cittadini del centrodestra di centro che non condividono pieno le proposte dei sovranisti. Al contrario il centrosinistra ha offerto proposte più omogenee e con migliori candidati. Inoltre a sinistra molti hanno dato il voto utile premiando il candidato più che il singolo partito. Si spiega anche così il crollo dei cinque stelle. Vero vincitore anche se occulto delle elezioni e’ poi senza dubbio Mario Draghi. I partiti come il Pd che lo hanno appoggiato senza riserve sono stati premiati nelle urne, così come Forza Italia che con la netta vittoria in Calabria intravede una possibile rinascita. Anche molti degli elettori che non hanno votato in realtà sono dalla parte del premier e non gradiscono gli atteggiamenti oscillanti della Lega e L’opposizione della Meloni. Dirette conseguenze sul governo non dovrebbero essercene mentre da domani si apre la corsa per il Qurinale con il Pd che vorrà idre le carte.