Biden con mascherina
(foto account FB J. Biden)

Non hanno toccato il tema dell’aborto ma un altro tema collegato e altrettanto delicato, e cioè del fatto che Joe Biden possa continuare a ricevere la comunione, sì, ne hanno parlato.

Il presidente americano, il secondo presidente Usa cattolico dopo John Kennedy, a Roma per il G20 di domani e dopodomani, è stato ricevuto con la moglie Jill in Vaticano dal Papa ed ha avuto un lungo colloquio con il pontefice argentino. E’ stato il quarto incontro tra loro ma il primo da quando Biden si è trasferito alla Casa Bianca. E il colloquio – la seconda notizia – è stato di lunghezza inusuale, 90 minuti, tanto fuori dai tempi previsti dal cerimoniale da provocare un ritardo di più di mezz’ora in tutti gli appuntamenti successivi di Biden a Roma, dall’incontro con Mattarella al Quirinale a quello con Draghi a palazzo Chigi. Tanto per capire l’importanza della lunga conversazione – in Vaticano specie per eventi di questo rilievo nulla è affidato al caso – basti pensare che il papa aveva dedicato ad Obama nel 2014 50 minuti di colloquio e solo 30 minuti a Trump nel 2017.

E’ stato nel primo pomeriggio, nell’incontro con i giornalisti americani, che Biden ha rivelato gli argomenti toccati con papa Francesco. Nessun accenno all’aborto, ma – ha riferito – “Abbiamo solo parlato del fatto che era felice che fossi un buon cattolico e che continuassi a ricevere la comunione”. Una frase che sembra distanziarsi dalla linea dei vescovi Usa che vorrebbero vietare l’eucarestia ai politici, come Biden, favorevoli alla legge che consente l’interruzione della gravidanza. Un endorsement per Biden visto che Bergoglio non si lascia sfuggire un’occasione per definire l’aborto un omicidio?

Difficile valutare. E’ un fatto però che – come nota La Stampa – “l’udienza papale arriva per Biden in un momento di grande divisione tra i cattolici americani, tra i quali si è riacceso il dibattito sulla comunione ai leader politici che sostengono il diritto all’aborto. Il Presidente è sotto la pressione dai conservatori della Chiesa americana per la sua posizione nella disputa, e non gli basta andare regolarmente a messa. E tra un paio di settimane l’assemblea autunnale della conferenza episcopale statunitense a Baltimora discuterà un documento sull’Eucaristia che alcuni presuli vorrebbero approvare con l’intento di escludere dalla comunione a messa i politici cattolici a favore dell’aborto legale”, con ovviamente nel mirino proprio il presidente.

“È stato un onore incontrare Papa Francesco nuovamente oggi in Vaticano. Ringrazio sua Santità per il suo sostegno a favore dei poveri del mondo e per quelli che soffrono per la fame, i conflitti e le persecuzioni” ha twittato Biden appena uscito dal Vaticano, lodando anche la leadership del papa argentino nel combattere la crisi climatica e la pandemia. “Nel corso dei cordiali colloqui ci si soffermati sul comune impegno nella protezione e nella cura del pianeta – la versione della Santa Sede – sulla situazione sanitaria e la lotta contro la pandemia di Covid-19, nonché sul tema dei rifugiati e dell’assistenza ai migranti. Non si è mancato di fare riferimento – secondo la nota – anche alla tutela dei diritti umani, incluso il diritto alla libertà religiosa e di coscienza”.

1 commento

  1. May I simply just say what a comfort to discover somebody that really understands what they are
    talking about over the internet. You actually realize how to bring an issue to light and make it important.
    More people should check this out and understand this side of the
    story. It’s surprising you are not more popular since
    you most certainly have the gift.

I commenti sono chiusi.