3 C
Roma
mercoledì, 1 Febbraio 2023

Tris di torte salate: quando sai cucinare poco ma con fantasia

Gusto e fantasia non mancano in un menu semplice di torte salate che possono fare da antipasto o da piatto unico. Dipende dall’occasione e dai commensali. Ma sopratutto dalla fantasia del cuoco. Non ci vuole tecnica, solo ingredienti sani e gustosi e un pizzico di creatività. Sono un’alternativa veloce quando la voglia di cucinare scarseggia e quando non si sa che fare con gli avanzi del giorno prima. Perché in cucina non si spreca nulla. Ottimo pasto della domenica se fuori piove e fa freddo e a nessuno va di uscire a fare la spesa. Insomma, un passe-partout per (quasi) tutte le occasioni. Il must è avere sempre in frigorifero almeno una pasta sfoglia o una brisée, rigorosamente rotonde. Certo i cuochi le fanno a casa con la farina, non le acquistano al supermercato. Ma ci vuole tempo e tecnica. 

Torta bieta e prosciutto

La torta alla bieta e prosciutto crudo viene bene con la pasta sfoglia rotonda. Gli ingredienti sono vari: bieta cotta precedentemente in padella con aglio olio e sale, prosciutto crudo a fette (ma anche cotto saporito), mozzarella di bufala, ricotta, uova, cipolle. Si stende la sfoglia in una teglia rotonda lasciando la carta forno sotto la pasta, poi le fette di prosciutto e sopra la bieta tagliata grossolanamente con il coltello. In una ciotola mischiare a un uovo intero mezza cipolla bianca a tocchetti, sale olio e pepe (un pizzico di parmigiano è facoltativo). Il mix va poi versato e spalmato sulla bieta nella teglia. Per finire e guarnire aggiungere delle fette spesse di mozzarella e di ricotta alternate, inserendo infine qualche ricciolo di prosciutto tra le fette. Di nuovo impepare e salare e poi cuocere a 180° al forno per circa 15 minuti. E’ una ricetta di avanzi, infatti la bieda può essere sostituita con gli spinaci, la bufala con la mozzarella vaccina o con un emmental. Mentre l’uovo è essenziale come la pasta. Questa torta salata è sostanziosa, si mangia a fette, le porzioni sono per due persone. Ma può essere presentata anche come antipasto, insieme ad altre torte o pizze farcite e finger food. Vini da abbinare: Malvasia emiliana, Friulano o Chianti giovane.

Torta salmone e fiori di zucca

La torta salata con zucchine, fiori di zucca e salmone affumicato è perfetta come antipasto, da servire in un buffet o per un pranzo veloce. E’ ottima sia calda, appena tolta dal forno, che servita a temperatura ambiente. E’ possibile cuocerla con la pasta brisée ma anche con la sfoglia, dipende dai gusti. Il ripieno è morbido e saporito, è composto da uova, ricotta, zucchine, fiori di zucca e pezzetti di salmone affumicato. La preparazione è molto semplice e veloce, può essere preparata anche in anticipo e successivamente riscaldata in forno. Le zucchine vanno precedentemente tagliate a rondelle piatte e scottate in padella con olio e sale, finché non si ammorbidiscono. Il salmone affumicato va tagliato a pezzetti e i fiori di zucca a striscioline. In una ciotola si lavorano le uova con la ricotta e poi si aggiungono gli altri ingredienti e si mescola tutto. Si versa la farcita nel guscio di pasta, si decora in superficie con qualche fiore di zucca intero (senza il pistillo). Infine cuocere in forno a 190° per circa 25 minuti. Esistono varianti ancora più semplici. Con la sfoglia, i fiori di zucca, scalogno, acciughe e mozzarella. Una specie di fiore di zucca fritto dove la pastella viene sostituita dalla pasta sfoglia e messo in forno invece che in olio bollente. Vini: Gewürztraminer o Sauvignon. Più ricercati i vini della Loira come il Sancerre o il Muscadet.

Quiche Lorraine

E’ una torta salata francese tipica della regione della Lorena, da cui prende il nome. La preparazione è facile e gustosa. Il guscio è di pasta brisée, anche questa tipica della cucina francese, presa in prestito da noi in Italia. Il ripieno è a base di uova e panna, con l’aggiunta di formaggio groviera e pancetta. Ne esistono però diverse versioni, dalla classica alla vegetariana. Una buona ricetta originale della Quiche Lorraine si trova su internet tavolartegusto.it. Alla base con uova e panna si possono aggiungere ingredienti diversi come spinaci o verdure di stagione, affettati al posto della pancetta. I formaggi sono tutti adatti ma la groviera è eccezionale nella quiche. E’ buonissima da servire fredda e tradizionalmente si serve come antipasto, tagliata a quadretti o a fettine. Si conserva in frigo per alcuni giorni e si può gustare in abbinamento con altre verdure cotte, come la ratatuoille. Vini da degustare con la quiche: un riesling alsaziano o uno spumante classico. Le tre torte salate insieme costituiscono un pasto completo da consumare in compagnia.

Oriana Mariotti
Oriana Mariotti
Giornalista pubblicista dal 1997. Esperta di comunicazione a 360° ha partecipato alla nascita di Virgilio.it (Matrix), ex manager Gruppo Fiat e Gruppo L’Espresso. Laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Roma LUMSA.

Altro dall'autore

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome

Articoli più letti