back to top
10.3 C
Roma
sabato, 20 Aprile 2024

Luna: USA tornano sul satellite con la navicella privata Odysseus. La NASA studierà la presenza di ghiaccio per future missioni

Una navicella spaziale americana è atterrata sulla Luna per la prima volta dopo più di 50 anni. Il lander Odysseus, realizzato dalla Intuitive Machines di Houston, è il primo veicolo spaziale costruito da una compagnia privata ad atterrare sull’unico satellite naturale della Terra. Superati alcuni problemi iniziali di comunicazione, la navicella sta regolarmente trasmettendo.

Robotico

Odysseus, il lander robotico a sei zampe, ha toccato il suolo lunare vicino al polo sud del satellite, nell’area del cratere Malapert dove potrebbe esserci acqua ghiacciata. Il lander trasporta una suite di strumenti scientifici sia della NASA sia di diversi clienti commerciali. È progettato per funzionare con energia solare per sette giorni, prima che il Sole tramonti sul sito di atterraggio. La missione segna la prima discesa controllata sulla Luna dai tempi dell’Apollo 17 nel 1972, con gli astronauti Gene Cernan e Harrison Schmitt. Il veicolo spaziale è atterrato alle 23.23 GMT di giovedì (le 00:23 a Roma). Confermando la notizia l’Ad di Intuitive Machine, Steve Altemus, ha affermato: “È stato un momento difficile, ma ci siamo e stiamo trasmettendo. Benvenuti sulla Luna”.

Astronauti

La strumentazione della NASA, trasportata sulla base di una contratto del valore di 77 milioni di dollari, dovrà raccogliere informazioni utili in vista del ritorno degli astronauti sul pianeta, pianificato dalla Agenzia spaziale USA entro la fine di questo decennio come parte del suo programma Artemis. Odysseus è stato lanciato il 15 febbraio dalla Florida su un razzo Falcon 9 di SpaceX, l’azienda aerospaziale statunitense fondata da Elon Musk. “Il ghiaccio sarebbe davvero importante” per le prossime missioni lunari, ha spiegato Lori Glaze della Nasa: “Perché avremo meno materiali da portare e potremmo usare quel ghiaccio per convertirlo in acqua potabile, oltre a poter estrarre ossigeno per la respirazione degli astronauti e idrogeno per il carburante”. Altri test riguarderanno il comportamento della polvere lunare, un serio fastidio, già riscontrato in passato dagli astronauti, poiché graffia e intasa le loro attrezzature.

Koons

Gli Stati Uniti gli unici ad aver inviato esseri umani sulla superficie lunare e solo altre quattro nazioni hanno portato veicoli spaziali sulla Luna: la Russia (o meglio l’ex Unione Sovietica), la Cina, l’India e più recentemente il mese scorso il Giappone. La missione di Odysseus ha anche un lato artistico rappresentato da un’opera dell’artista americano Jeff Koons, caratterizzata da 125 sculture in miniatura in acciaio che rappresentano le diverse fasi della Luna nel corso di un mese.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti