back to top
10.3 C
Roma
sabato, 20 Aprile 2024

Presidenziali USA: Biden e Trump in Georgia raggiungono i delegati per la nomination. Il 5 novembre si rinnoverà una sfida che riguarda il mondo

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha vinto anche le primarie democratiche della Georgia, raggiungendo il numero di delegati necessario per aggiudicarsi la nomination nella convention dem prevista dal 19 al 22 agosto a Chicago in Illinois. Lo stesso risultato per lo sfidante repubblicano, l’ex presidente Donald Trump, che verrà designato dal GOP dal 15 al 18 luglio a Milwaukee in Wisconsin.

Mandato

Il prossimo 5 novembre si andrà verso la riedizione dello scontro elettorale del 2020. Questa volta Biden da presidente in carica corre per la rielezione e Trump si candida, invece, per un secondo mandato non consecutivo. Sarà la settima rivincita nella storia delle presidenziali americane, la prima negli ultimi 70 anni. Unico presidente a essere eletto per due mandati non consecutivi è stato Grover Cleveland, che vinse la prima volta nel 1885 e poi ancora nel 1893, ma fu sconfitto da Benjamin Harrison nel 1988.

Haley

In Georgia, tra i repubblicani, un po’ a sorpresa Nikki Haley, nonostante si sia ritirata dalla competizione dopo il Super Tuesday, ha rosicchiato a Trump un fastidioso 13,2% di consensi tra gli elettori moderati. Proprio in Georgia, il grande Stato del sudest degli Stati Uniti considerato tra quelli decisivi nelle elezioni presidenziali, Trump è sotto accusa per presunta ‘cospirazione’ per rovesciare indebitamente il risultato delle elezioni del 2020 vinte da Biden.

Futuro

“Sono onorato che l’ampia coalizione di elettori che rappresentano la ricca diversità del Partito democratico – ha detto Biden – abbiano riposto ancora una volta la loro fiducia in me per guidare il nostro partito e il nostro Paese, in un momento in cui la minaccia rappresentata da Trump è più grande che mai. Credo che il popolo americano sceglierà di farci avanzare verso il futuro”, piuttosto che nel “caos e divisione”. Il presidente ha evidenziato le tendenze economiche positive: “Abbiamo aggiunto 275mila posti di lavoro lo scorso mese, quasi 15 milioni da quando sono entrato in carica”. E ha ammonito sui rischi che una elezione di Trump rappresenterebbe per diritti civili come l’aborto e per i programmi sociali, che i repubblicani vogliono tagliare. “Ho visto che Trump – ha rimarcato Biden – propone tagli alla previdenza sociale e alla Medicare”, l’assicurazione sanitaria pubblica. “Non lascerò che prenda i sudati benefici degli anziani, per dare agevolazioni fiscali ai suoi amici benestanti”.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti