Tensione alle stelle e rissa sfiorata in aula alla Camera tra M5s e Lega, dopo l’informativa del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sulle misure per la fase 2 della crisi Covid-19. A scatenare la violenta reazione dei parlamentari del Carroccio, le parole di Riccardo Ricciardi (M5s), che ha ruvidamente criticato il “modello Lombardia” nella gestione dell’emergenza Coronavirus. Dopo i classici: “Vergogna, “Buffone”, alcuni deputati della Lega si sono catapultati verso il centro dell’emiciclo di Montecitorio, dove si trovava l’oratore. Immediato l’intervento dei commessi per bloccare i più facinorosi e il presidente, Roberto Fico, ha sospeso per alcuni minuti la seduta.

Distanziamento Alcuni dei concitati momenti sono stati diffusi via Twitter dal deputato pentastellato, Giovanni Currò, che racconta: alla Camera “si parla di sanità e Lombardia e i deputati della Lega se ne infischiano delle regole e del distanziamento. Incapaci nel gestire l’emergenza sanitaria, incuranti delle misure di tutela. Non è un gioco. Dobbiamo dare l’esempio”.