Armi Italia Slovenia Difesa
(foto difesa.it + Urby2004-edited by Dmitry A. Mottl-da it.wikipedia.org)

La Slovenia acquisterà dall’Italia un aeromobile ad ala fissa C27J Spartan, con un accordo Government to Government (G2G). È la prima volta in assoluto di una vendita nel settore degli armamenti gestita direttamente dal governo, senza intermediazioni. L’accordo G2G è stato siglato dal ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, e dal collega sloveno, Matej Tonin. L’Italia fornirà alla Slovenia anche la manutenzione e l’addestramento degli equipaggi.

Competitività

“Gli accordi G2G – ha rimarcato Guerini – sono strumenti di politica industriale efficaci, che consentono all’industria nazionale di far valere all’estero la qualità dei propri prodotti”. La scorsa estate il ministro ha varato la “Direttiva per la politica industriale della Difesa”, che intende dare rinnovato impulso alla competitività dell’industria nazionale di settore. Obiettivo, aveva chiarito Guerini, “continuare a garantire al Paese e alle sue eccellenze industriali un posizionamento di rilievo nei principali e più innovativi programmi di cooperazione europei e internazionali”. Puntando così ad “accrescere la rilevanza tecnologica del know how italiano nel mondo”.

Tattico

Il C-27J Spartan, prodotto da Leonardo e precedentemente Alenia Aeronautica, è un velivolo da trasporto tattico in dotazione all’Aeronautica Militare italiana. Un cargo medio particolarmente versatile e flessibile nell’impiego e in grado di svolgere con efficacia le diverse missioni, tra le quali quelle di tipo sanitario o di aviolancio di materiali e paracadutisti. Per la lotta agli incendi è possibile lanciare fino a 6 contenitori del sistema “Guardian” per un totale di 6 mila litri. È l’unico aeromobile della sua categoria in grado di effettuare vere e proprie manovre acrobatiche, come looping e tonneau. Si tratta di una versione avanzata e aggiornata del noto G.222. Viene costruito negli stabilimenti Leonardo di Torino-Caselle. Il C-27J è stato acquistato anche dalle forze armate statunitensi (Special Operation Command dell’Esercito e Guardia Costiera), di Australia, Grecia, Bulgaria, Lituania, Messico, Marocco, Romania, Kenya, Ciad, Perù, Slovacchia e Zambia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome