30.2 C
Roma
venerdì, 12 Agosto 2022

Dall’1 dicembre aereo UE di Frontex monitora traffico esseri umani sulla Manica

Dall’1 dicembre l’Unione Europea schiererà un aereo, gestito da Frontex, per monitorare il traffico di esseri umani attraverso il canale della Manica. Il velivolo dell’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera sorvolerà regolarmente le coste di Francia, Belgio e Paesi Bassi per individuare le reti di scafisti. La scorsa settimana sono annegate 27 persone, tra cui donne e bambini, che stavano tentando di attraversare la Manica su un gommone verso la Gran Bretagna. La maggior parte delle vittime erano iracheni, iraniani e afgani.

Calais

Francia, Germania, Paesi Bassi e Belgio hanno deciso di lavorare insieme per combattere la crescente minaccia delle bande di trafficanti di migranti a Calais. “Dobbiamo prevenire la perdita di vite umane e impedire che il caos arrivi alle nostre frontiere esterne”, ha affermato il commissario europeo per gli Affari interni, Ylva Johansson. Il ministro dell’Interno francese, Gerald Darmanin, a proposito delle tensioni con Londra sul tema dei migranti clandestini ha rimarcato: “Questo incontro non era anti-inglese. Era europeista. I paesi europei vogliono lavorare con i nostri amici e alleati britannici”. Il premier britannico, Boris Johnson, aveva condiviso su Twitter una lettera indirizzata al presidente francese, Emmanuel Macron, che indicava responsabilità della Francia per il tragedia.

Brexit

Parigi aveva quindi sospeso l’invito all’incontro rivolto precedentemente anche al ministro degli Interni britannico, Priti Patel. Polemico verso l’atteggiamento inglese anche il vicepresidente della Commissione europea, Margaritis Schinas: “Ricordo bene lo slogan principale della campagna per la Brexit: ‘Riprendiamo il controllo’ – ha sottolineato -. Ora sta a loro trovare le misure necessarie per rendere operativo il controllo che hanno ripreso”. Alla riunione europea hanno preso parte anche funzionari dell’agenzia di frontiera dell’UE Frontex e dell’agenzia di polizia Europol.

Pattuglie

Johnson aveva proposto di rinviare in Francia i migranti che attraversano la Manica e pattuglie congiunte sulla costa settentrionale della Francia. Parigi ha definito le proposte una violazione della sua sovranità. Il ministro alla salute del Regno Unito, Sajid Javid, ha dichiarato: “La nostra politica è molto chiara: queste barche devono fermarsi. Non possiamo farlo da soli. Abbiamo bisogno della collaborazione dei francesi. Dobbiamo tutti fare il possibile per scardinare il business di questi trafficanti di persone. Ciò significa lavorare a stretto contatto con i nostri amici”.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti