16.9 C
Roma
domenica, 25 Settembre 2022

Giustizia, a Palermo la Conferenza europea dei pubblici ministeri nel semestre di presidenza italiana del Consiglio d’Europa

Il semestre di presidenza italiana del Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa, si caratterizza per un significativo appuntamento in tema di giustizia. A Palermo si terrà la Conferenza europea dei procuratori generali, presso il Palazzo dei Normanni, la sede dell’Assemblea regionale siciliana. L’appuntamento intende riconoscere il ruolo essenziale del pubblico ministero nel sistema di giustizia penale di uno Stato di diritto. Il Comitato dei ministri del Consiglio d’Europa ha deciso nel luglio 2005 di istituzionalizzare l’organizzazione periodica delle Conferenze dei Procuratori generali d’Europa e di creare il Consiglio consultivo dei Procuratori europei (CCPE).

Indipendenza

La Conferenza palermitana, promossa dalla Procura Generale della Corte di Cassazione, dal ministero degli Esteri e dal ministero della Giustizia, in cooperazione con il Consiglio d’Europa, sarà dedicata al tema dell’indipendenza e della responsabilità del pubblico ministero. In un contesto finalizzato alla tutela dei diritti della persona e alle sfide comuni in tema di protezione dei diritti umani. Ma anche di cooperazione giudiziaria nell’accertamento dei reati transnazionali, tra cui in particolare i reati ambientali e quelli commessi per via informatica. La sessione plenaria del 5 maggio sarà aperta dal procuratore generale della Corte di Cassazione, Giovanni Salvi. Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, e il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, pronunceranno i saluti istituzionali.

Interventi

Seguiranno gli interventi introduttivi del sottosegretario agli Esteri, Benedetto Della Vedova, e della segretaria generale del Consiglio d’Europa, Marija Pejčinović Burić. Venerdì la sessione finale si svolgerà nell’aula bunker del carcere dell’Ucciardone. Prevista la commemorazione dei giudici Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e Paolo Borsellino, alla presenza del Presidente della Repubblica ,Sergio Mattarella. L’ordine del giorno prevede gli interventi del presidente della Corte d’Appello di Palermo, Matteo Frasca; del procuratore generale presso la Corte d’Appello di Palermo, Lia Sava; della ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese; della ministra della Giustizia, Marta Cartabia e del vicepresidente del CSM, David Ermini.

Delegazioni

La Conferenza sarà conclusa dal sottosegretario Della Vedova e dalla segretaria generale del Consiglio d’Europa, Marija Pejčinović Burić. All’evento prenderanno parte anche le delegazioni dei Paesi del Mediterraneo (Algeria, Libia, Marocco e Tunisia), del Canada, del Kazakistan, della Santa Sede e degli Stati Uniti d’America.

Altro dall'autore

Articoli più letti