31.5 C
Roma
martedì, 9 Agosto 2022

Tasha Rodrigues lancia il singolo “Batukero Dance”. Invito a vivere la vita senza barriere e pregiudizi

In epoca, in Italia, di battaglia parlamentare sullo “Ius Scholae” – la legge per cui può fare richiesta di cittadinanza chi sia arrivato in Italia prima di aver compiuto 12 anni e porti a termine un percorso scolastico di 5 anni – ecco il nuovo singolo “Batukero dance” della cantante angolana Tasha Rodrigues. Un brano che invita a vivere la vita senza barriere e pregiudizi.

Attività

Tasha alterna l’attività di attrice a quella di cantante, a cavallo tra Africa ed Europa in Italia, Portogallo e Inghilterra. Da noi ha collaborato con Fausto Leali e Fiorello ed è stata ospite fissa in tv nella trasmissione “Alle falde del Kilimangiaro” di Licia Colò. Ha partecipato a “Le Sciamane”, film commedia di Anne Riitta Ciccone, con Antonella Ponziani e Nino Frassica. Nelle sue canzoni ha contribuito a diffondere le voci di donne africane, protagoniste nella lotta per i diritti. “Tirando Pedra”, il suo album del 2007, le è valso il premio Multiethnic. Dai critici è stata definita come la rivelazione dell’afrobeat music. Nel 2010 Tasha è stata tra gli artisti che hanno partecipato al tributo a Miriam Makeba.

Ballo

Con “Batukero dance” ha scelto di combattere i pregiudizi a suon di musica. Parole e musica sono della stessa Tasha, la produzione artistica di Giuseppe Mangiaracina e Riccardo Corso. “Questo pezzo è un invito a vivere la vita ballando – rimarca Tasha -. Un’esortazione ad abbandonarsi totalmente al ritmo travolgente che comunica. La musica è vita, non ha frontiere, non ha barriere, avvicina le persone come fosse un incantesimo. E il ballo è la sua formula magica”. Un singolo che è un grande progetto internazionale, per confermare la musica come un mezzo potente per l’affermazione dei diritti civili e il superamento di barriere e pregiudizi.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti