back to top
16.6 C
Roma
venerdì, 14 Giugno 2024

Polonia: exit polls, la destra al potere in calo appare destinata a perdere la maggioranza. Bene l’opposizione guidata dall’europeista Tusk

La Polonia autoritaria del PiS del nazionalista euroscettico Jaroslaw Kaczynski potrebbe cambiare volto. Gli exit polls segnalano il partito al potere in calo (circa al 37% rispetto al 43,6% delle precedenti elezioni), ma sempre formazione di maggioranza relativa. Le proiezioni non assegnano tuttavia al partito principale alleato di Fratelli d’Italia in Europa il numero di seggi necessari per governare. Tra la notte e domani si attendono i risultati ufficiali definitivi del conteggio delle schede. In ragione delle complessità della legge elettorale, ciò che verrà dopo il voto di oggi non è ancora completamente chiaro.

Coalizione

Il primo ministro in carica, Mateusz Morawiecki, potrebbe formare una coalizione, chiedendo i voti alla estrema destra xenofoba, antisemita, omofoba e soprattutto anti-Ucraina di Konfederacja, che comunque realizzerebbe soltanto uno scarso e non sufficiente 6%. L’opposizione moderata di Coalizione Civica, guidata dall’ex presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, è in rimonta sopra il 30%. Sopra la soglia di sbarramento anche la Nuova Sinistra di orientamento socialista e Terza via, formazione agrario democristiana. Molto alta l’affluenza alle urne, al 72%.

Cambiamento

Secondo vari analisti un possibile segnale della voglia di cambiamento dei polacchi, dopo otto anni di governo con connotati sempre più autoritari da parte della destra di Diritto e Giustizia (PiS). Il voto è arrivato al termine di una campagna elettorale particolarmente tesa e viene osservato in Europa con molta attenzione. Nel primo commento a caldo, Tusk ha detto: “Ha vinto la democrazia. Con questi dati è la fine del governo del PiS”. La maggioranza alla Camera bassa del Parlamento (Sejm), composta di 460 membri, è di 231 seggi. In base ai calcoli basati sugli exit polls, una coalizione dell’opposizione potrebbe raggiungere una solida quota di 248 seggi. Centinaia di migliaia di persone hanno partecipato l’1 ottobre scorso a Varsavia alla manifestazione organizzata dall’opposizione di Tusk, secondo gli organizzatori più di un milione di persone.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti