Climate Change
(foto Pixabay License)

In un solo anno è cresciuta dell’11 per cento la percentuale di società quotate sul mercato MTA di Borsa Italiana che inseriscono il cambiamento climatico nei propri report annuali

Continua a crescere l’attenzione per il tema cambiamento climatico. Il 53 per cento delle relazioni finanziarie per il 2020 delle società quotate sul Mercato Telematico Azionario (MTA) di Borsa Italiana ha prodotto un’informativa sul clima. Un significativo +11 per cento rispetto al 2019. Il dato emerge dal report “Climate Change nell’informativa finanziaria”, realizzato da Deloitte.

Percorso

Stefano Dell’Orto, amministratore delegato di Audit & Assurance Deloitte, rileva: “Si tratta di un primo stadio del percorso evolutivo atteso dall’ecosistema del reporting finanziario, dato che solo in alcuni casi tale informativa viene estesa ai riflessi del cambiamento climatico nella valutazione delle poste iscritte in bilancio. E anche in tali casi l’informativa fornita risulta prevalentemente di carattere qualitativo». L’analisi di Deloitte ha riguardato i bilanci di 220 società sulle 239 società quotate.

Livello

Il livello di dettaglio delle informazioni fornite differisce significativamente. 80 delle 116 relazioni finanziarie annuali, pari al 36 per cento, affrontano, seppur con livelli di dettaglio significativamente differenti, il cambiamento climatico quale fattore critico della realtà aziendale, declinando le considerazioni nell’ambito della relativa strategia di gestione e identificando i rischi e le opportunità correlati. “L’analisi ha complessivamente messo in luce una crescente consapevolezza rispetto alla tematica del cambiamento climatico e ai suoi impatti sul bilancio”, commenta Franco Amelio, Sustainability Leader di Deloitte Italia.

Energia

Massimiliano Semprini, IFRS Leader di Deloitte Italia, evidenzia come “l’appartenenza a settori identificabili con maggiore esposizione, quali energia e utility, influenzi in maniera significativa la portata e il contenuto dell’informativa” in tema di climate change. Infine, secondo Mauro Di Bartolomeo, National Professional Practice Director di Deloitte Italia, “se, da un lato, dichiarazioni forti rispetto alle strategie aziendali di decarbonizzazione sono sempre più al centro della comunicazione, dall’altro lato soltanto in alcuni casi tali affermazioni sono coerentemente riflesse nei bilanci”.