25.2 C
Roma
mercoledì, 6 Luglio 2022

Rinnovabili, solare ed eolico fanno la parte del leone nella nuova capacità di energia globale nel 2021. I dati IRENA

L’energia rinnovabile continua a espandersi, con una quota di incremento della capacità installata che nel 2021 ha toccato il nuovo record. I dati pubblicati dall’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA) mostrano che le rinnovabili hanno continuato a crescere e a rafforzarsi in un’epoca di forti incertezze globali. Alla fine del 2021, la capacità di generazione di energia rinnovabile a livello mondiale ammontava a 3.064 Gigawatt (GW), con un aumento dello stock del 9,1 per cento. Benché con 1.230 GW l’idroelettrico continui rappresenti la quota maggiore, il solare e l’eolico dominano la creazione di nuova capacità di generazione.

Tecnologie

Insieme le due tecnologie hanno contribuito per l’88% alla quota di tutta la nuova capacità nel 2021. La capacità solare è in testa con il 19% di aumento. Mentre l’eolico ha accresciuto la sua capacità di generazione del 13%. “Questo progresso è un’altra dimostrazione della resilienza delle energie rinnovabili – spiega il direttore generale di IRENA, Francesco La Camera -. Tuttavia, nonostante la tendenza globale incoraggiante, la transizione energetica è lontana dall’essere sufficientemente rapida e diffusa per evitare le terribili conseguenze del cambiamento climatico. L’energia rinnovabile dovrebbe diventare la norma in tutto il mondo. Dobbiamo mobilitare la volontà politica ad accelerare il percorso verso l’obiettivo di limitare l’innalzamento della temperatura a 1,5°C”.

Obiettivi

Per raggiungere gli obiettivi climatici, le rinnovabili devono crescere a un ritmo più veloce della domanda di energia. Il 60% per cento della nuova capacità nel 2021 è stato installato in Asia, per un totale di 1,46 Terawatt (TW). La Cina ha apportato il contributo maggiore, con un incremento di 121 GW alla nuova capacità del continente. L’Europa e l’America del Nord, guidata dagli Stati Uniti, hanno ottenuto rispettivamente il secondo e il terzo posto. L’Europa ha installato 39 GW e gli USA 38 GW. La capacità di energia rinnovabile è cresciuta del 3,9% in Africa e del 3,3% in America Centrale e nei Caraibi. Il ritmo in queste due ultime aree è molto più lento rispetto alla media globale. Questo indica la necessità di una più forte cooperazione internazionale per ottimizzare i mercati dell’elettricità e indirizzarvi investimenti massicci.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti