16.9 C
Roma
domenica, 25 Settembre 2022

Angola: MPLA si conferma primo partito. Da primi dati ufficiali elezioni verso secondo mandato per presidente Lourenço

MPLA al primo posto, con una solida maggioranza vicina al 61%. Questi i primi dati dello scrutinio delle elezioni politiche e presidenziali svoltesi il 24 agosto in Angola. I dati sono stati forniti direttamente dalla Commissione elettorale nazionale (CNE).

Scrutinati

Con il 33,16% dei voti scrutinati, il MPLA ottiene il 60,65%, con oltre un milione e 219mila voti contati. Secondo questi dati provvisori il presidente uscente, João Lourenço, capolista MPLA verrebbe confermato per il secondo mandato come Presidente della Repubblica.

Secondo

Al secondo posto la principale formazione di opposizione radicale l’Unita al 33,85%. A grande distanza seguono il PRS con l’1,45%, il FNLA, con l’1,28%. E poi il PHA, guidato dall’unica donna candidata alla presidenza, con l’1,05%. In sesta posizione la coalizione CASA-CE allo 0,70% e a seguire APN 0,51% e infine P-NJANGO 0,48%.

Volontà

Alla chiusura dei seggi la televisione pubblica aveva reso noto un exit poll che dava la vittoria al MPLA con il 53% dei consensi contro il 42% dell’Unita. In attesa dei risultati definitivi ufficiali i dirigenti Unita hanno cominciato una campagna di contestazione. Tuttavia il candidato alla vicepresidenza del partito, Abel Chivukuvuku ha preferito mantenere un linguaggio moderato: “Nessuno è interessato a disordini. Tutto deve essere pacifico. Siamo tutti interessati a che le cose vadano bene. La cosa più importante è che si rispetti la volontà del cittadino angolano”. Non sono escluse nelle prossime ore provocazioni, a cui tirano la volata media e organismi del campo neo-colonialista.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti