27.5 C
Roma
venerdì, 22 Settembre 2023

Il Mossad svela operazione anti-terrorismo a Cipro. In un video la confessione del killer iraniano che doveva colpire un uomo d’affari

Nuovo clamoroso capitolo della guerra segreta sotterranea che da decenni vede impegnati Israele e Iran in tutto il Medio Oriente e oltre. Il Mossad ha rivelato i dettagli di una operazione di sicurezza con la quale agenti dell’Agenzia hanno rintracciato e interrogato in Iran un killer legato ai pasdaran, che intendeva colpire obiettivi israeliani a Cipro. Con una particolare operazione trasparenza, il servizio di Gerusalemme ha reso pubblico il filmato della confessione del terrorista Yousef Shahbazi Abbasalilo. Al momento non si conosce la sorte dell’uomo dopo l’interrogatorio. Gli 007 israeliani hanno svolto un lavoro di grande successo, penetrando in profondità l’apparato di sicurezza del Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (IRGC).

Ombra

Il giornalista Yaakov Katz, autore del libro “Israel vs. Iran: The Shadow War”, ha detto alla BBC: “Quando un’operazione come questa diventa pubblica è inevitabile da un lato il grande imbarazzo per Teheran e dall’altro lato appare in tutta evidenza la forza dell’Agenzia di intelligence israeliana”. La scoperta del complotto iraniano aveva portato la scorsa settimana a una serie di arresti a Cipro. La polizia cipriota ha annunciato di aver identificato una squadra terroristica a Limassol. Il nucleo di fiancheggiatori di Abbasalilo, rientrato in gran fretta in Iran dopo il fallimento della missione, era composto da pakistani ed elementi locali. In una nota diffusa dall’Ufficio del premier israeliano, Benjamin Netanyahu, si afferma che “il Mossad continuerà ad agire con determinazione per prevenire attacchi contro ebrei e israeliani in tutto il mondo. Lo Stato d’Israele opera utilizzando un’ampia varietà di metodi e in ogni luogo per proteggere ebrei e israeliani e continuerà ad agire per distruggere il terrorismo iraniano ovunque alzi la testa, anche sul suolo iraniano”.

Obiettivi

Un alto funzionario dell’Agenzia ha commentato: “Raggiungeremo chiunque pianifichi attacchi terroristici contro gli ebrei, ovunque si trovino”. Nell’interrogatorio a cui è stato sottoposto da parte di agenti israeliani, Abbasalilo ha fornito dettagli sull’attacco pianificato contro un uomo d’affari israeliano. Secondo la rete televisiva israeliana Channel 12 tra gli obiettivi a Cipro c’erano anche una Chabad House, centro di diffusione dell’ebraismo ortodosso Chabad-Lubavitch, oltre a hotel e luoghi di intrattenimento frequentati da turisti israeliani. L’iraniano ha anche rivelato il ruolo di ufficiali pasdaran dietro il complotto, i metodi operativi, le armi e i mezzi di comunicazione utilizzati. Secondo fonti israeliane dietro il complotto ci sarebbe il dipartimento di intelligence estera dell’IRGC. Negli ultimi due anni gli 007 di Gerusalemme hanno sventato numerosi attacchi terroristici contro israeliani a Cipro, in Turchia, in Georgia e in Grecia. Si tratta di operazioni coperte dal massimo riserbo, ma proprio l’efficienza e l’efficacia del Mossad nella lotta al terrorismo di marca iraniana avrebbe portato lo scorso anno alla sostituzione del capo dell’intelligence dell’IRGC.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti