back to top
10.3 C
Roma
sabato, 20 Aprile 2024

Nicobare: la presidente dell’India nel remoto e strategico arcipelago. Via libera al mega progetto per realizzare la Hong Kong indiana

La presidente dell’India, Droupadi Murmu, ha vistato il remoto arcipelago delle Nicobare all’estremo limite orientale del golfo del Bengala nell’Oceano Indiano, dove Nuova Delhi ha in programma un mega progetto di sviluppo. L’intenzione dichiarata è quella di realizzare la Hong Kong indiana, in un crocevia delle rotte marittime mondiali culmine della via d’acqua tra lo stretto di Malacca e il Mar Cinese meridionale.

Nicobare: la presidente dell'India nel remoto e strategico arcipelago. Via libera al mega progetto per realizzare la Hong Kong indiana
(foto M.Minderhoud da en.wikipedia.org)

Modi

Il governo del premier Narendra Modi prevede di investire 9 miliardi di dollari per trasformare Gran Nicobar, l’isola più grande e più meridionale dell’arcipelago, in un hub strategico e in una nuova destinazione turistica. Vent’anni fa le Nicobare si trovarono nell’epicentro del terremoto di magnitudo 9,3 che innescò lo tsunami più catastrofico mai registrato, con oltre 230 mila vittime in una vasta area del sud-est dell’Asia. Secondo Nuova Delhi le nuove realizzazioni – tra cui due nuove città costiere, un grande terminal per container a Galathea Bay, un aeroporto internazionale e una centrale elettrica solare e a gas – miglioreranno “la qualità della vita per i residenti attuali e futuri della Gran Nicobar”.

Shompen

Si prevede massiccio cambiamento demografico, con l’arrivo di circa 650mila coloni e un aumento dell’8mila% della popolazione. Una prospettiva che secondo gli ambientalisti e le Ong per i diritti umani metterebbe a rischio non solo l’ecosistema, ma soprattutto la popolazione locale degli Shompen, tra 100 e 400 persone, cacciatori e raccoglitori nomadi che vivono nella foresta pluviale dell’isola. La presidente Droupadi Murmu nella sua visita ha toccato il cosiddetto Indira Point, dal nome della storica prima premier donna Indira Gandhi, il punto più a sud della Repubblica dell’India.

Influenza

Una posizione, quella delle Nicobare e dell’arcipelago più a settentrione delle Andamane, decisiva per sfidare la crescente influenza della Cina nella regione. Il progetto di sviluppo di Gran Nicobar è coordinato dal NITI Aayog (National Institution for Transforming India), il think tank e agenzia pubblica incaricata di promuovere lo sviluppo economico del Paese più popoloso del mondo. Il ministro indiano dei Porti e della navigazione, Sarbananda Sonowal, ha detto ai giornalisti che il governo non ha alcun ripensamento nel portare avanti lo sviluppo dell’isola. “È vero – ha affermato – che diverse parti interessate hanno sollevato preoccupazioni, ma queste sono state affrontate chiaramente e nel modo più opportuno”.

Alessandro Cavaglià
Alessandro Cavaglià
Giornalista parlamentare, classe 1956. Già vice caporedattore AGI, responsabile pro tempore delle redazioni Politico-parlamentare, Interni-Cronaca e della Rete speciale per Medio Oriente e Africa. Ha lavorato ad AdnKronos e collaborato con La Stampa e Il Mondo. Laureato in Lettere-Storia moderna all'Università La Sapienza di Roma

Altro dall'autore

Articoli più letti